12 agosto 2015 12:00

Secondo l’Istat, nel 2011 le attività illegali, nel loro complesso, hanno creato in Italia un giro d’affari di circa 14,3 miliardi di euro, un’incidenza dello 0,9 per cento sul prodotto interno lordo italiano. Le attività illegali, inoltre, utilizzano beni e servizi legali per circa 1,7 miliardi euro, generando un ulteriore valore aggiunto pari a poco meno di 1,2 miliardi euro.