Economia

Perché gli italiani si sentono traditi dall’Europa

L’arrivo al governo di forze euroscettiche è anche conseguenza delle politiche di austerità fatte in nome del risanamento dei conti pubblici e dei criteri di convergenza dell’euro. Leggi

Cosa prevedono le sanzioni contro Mosca e perché sono state decise

Dopo l’inizio della guerra nel Donbass, in Ucraina, e l’annessione della Crimea da parte di Mosca, nel marzo del 2014, Unione europea e Stati Uniti hanno deciso delle misure di ritorsione. Leggi

pubblicità
I disaccordi interni al G7 vengono da lontano

Siamo alla vigilia di uno scontro durissimo tra gli Stati Uniti e l’insieme dei loro alleati. Per l’Europa è chiaro che è il momento di serrare i ranghi. Leggi

Avanguardia

Nel dopoguerra e fino all’inizio degli anni sessanta c’è un’azienda italiana che cresce e si espande in tutto il mondo diventando una grande impresa multinazionale, ma che soprattutto ripensa il rapporto tra operai e fabbrica. Leggi

La nuova aristocrazia americana

Manager, avvocati, medici e altri professionisti sono la vera élite statunitense. Sono il dieci per cento della popolazione, detengono il potere economico, politico e culturale e lo tramandano ai loro figli. Leggi

pubblicità
Il futuro della tecnologia è in Cina

Le startup sono diventate una caratteristica delle più importanti città cinesi, proprio come il traffico o lo smog. Leggi

La scommessa asiatica di Macron

In passato esisteva la sfida americana, oggi tocca a quella cinese. Una sfida da raccogliere prima che l’economia di questa superpotenza diventi del tutto dominante. Leggi

Come salvare la democrazia, quando il lavoro non c’è

La disoccupazione globale ha raggiunto livelli altissimi. Per correre ai ripari potrebbe essere utile il reddito di base universale, che permette a chi non ha un lavoro di acquistare prodotti e servizi. Leggi

Un visto di lavoro è più utile degli aiuti allo sviluppo

Per ridurre la povertà è essenziale la libertà di spostarsi dove c’è disponibilità di lavoro. Ma le frontiere e le discriminazioni lo impediscono. Leggi

Xi Jinping ha dato una missione alla Cina

Nonostante la mancanza di democrazia e le diseguaglianze crescenti, i cinesi si sentono comunque in un periodo storico fortunato con un leader fortunato. Ma è proprio così? Leggi

pubblicità
I numeri per capire il voto nell’Italia del sud 

Dal giorno dopo le elezioni, gli occhi sono puntati sul meridione. Per capire cosa abbia diviso il paese a metà può essere utile mettere insieme alcuni dati. Leggi

Nel mondo delle criptovalute è cominciata l’era della follia

Sperando in guadagni veloci, multinazionali, piccole aziende o imprenditori alle prime armi corrono a inserire la parola blockchain nelle presentazioni agli investitori. Leggi

Islanda

A livello globale le donne guadagnano in media il 23 per cento in meno degli uomini, e non c’è un singolo paese né un solo settore in cui gli stipendi degli uomini e delle donne siano uguali. Leggi

La globalizzazione secondo Macron

Il presidente francese si è schierato dalla parte di un nuovo contratto mondiale davanti ai grandi del mondo riuniti nel forum economico di Davos. Leggi

A proposito di quelle strane aziende di moda su Instagram

Su internet c’è un nuovo genere di negozi. Chi li gestisce non realizza prodotti, ma ha altri trucchi per fare soldi a partire dal nulla. Leggi

pubblicità
Cosa resta del lavoro in Italia dopo dieci anni di crisi

Nonostante l’aumento dell’occupazione, rispetto al 2007 si lavora meno
ore, per meno soldi e con contratti più precari. Leggi

Tutti i rischi di bitcoin

Anche se non è garantita da alcuna banca centrale, la criptovaluta più diffusa al mondo ha fatto guadagnare i primi investitori. E punta a sostiture il contante. Leggi

In Cina aumentano le donne ai vertici di aziende tecnologiche

Amministrano o sono tra i dirigenti nell’80 per cento delle aziende cinesi legate alla tecnologia. Molte di più che negli Stati Uniti. Leggi

Accumulate

I Paradise papers fanno luce sulla ragnatela di società offshore nei paradisi fiscali dove i profitti non sono tassati. Ma sono metropoli come Londra e New York che attirano evasori da tutto il mondo. Leggi

In India è fallito il piano contro gli evasori miliardari

L’8 novembre 2016 il premier annunciava il ritiro di migliaia di banconote per eliminare il denaro frutto di affari loschi. Ma le cose sono andate in modo diverso. Leggi

pubblicità