19 novembre 2015 17:59

Sabato 21 novembre a Roma si terrà una manifestazione dei musulmani per “condannare con forza” gli attentati del 13 novembre a Parigi e la violenza terroristica del gruppo Stato islamico. Lo slogan del corteo, che partirà da piazza Santi Apostoli alle 15, è “Not in my name”, non in mio nome.

Gli organizzatori hanno diffuso un testo, ispirato a quello promosso in queste ore dal Consiglio nazionale del culto musulmano francese, in cui si invitano “tutte le musulmane e i musulmani a una mobilitazione che, isolando ogni pur minima forma di radicalismo, protegga in particolare le giovani generazioni dalle conseguenze di una predicazione di odio e violenza in nome della religione”.

“Questo cancro offende e tradisce il messaggio autentico dell’islam, una fede che viviamo e interpretiamo quale via di dialogo e convivenza pacifica, insieme a tutti i nostri concittadini senza alcuna distinzione di credo. Questa pericolosa deriva violenta rappresenta oggi il pericolo più feroce per il comune futuro nella nostra società”, si legge nell’appello. Hanno promosso l’iniziativa l’Unione delle comunità islamiche italiane (Ucoii), la Coreis (Comunità religiosa islamica) e la Confederazione islamica italiana (Cii).

Alla manifestazione di Roma parteciperanno anche il deputato del Pd Khalid Choauki e il presidente della commissione diritti umani del senato Luigi Manconi oltre a una serie di intellettuali e artisti come Ermanno Olmi, Ascanio Celestini, Paolo Virzì, Paolo Rossi e Gad Lerner.

In Francia il testo del Consiglio nazionale del culto musulmano sarà letto il 20 novembre per il venerdì di preghiera in tutte le circa 2.500 moschee del paese, per proclamare l‘“attaccamento assoluto al patto repubblicano che ci unisce tutti e ai valori fondanti della Francia”. Un raduno inizialmente previsto alla Grande moschea di Parigi è stato annullato per motivi di sicurezza.

Le iniziative in altre città italiane

Milano. Il Coordinamento delle associazioni islamiche di Milano, Monza e Brianza (Caim), Partecipazione e spiritualità musulmana, e Giovani musulmani d’Italia hanno organizzato una manifestazione che si terrà il 21 novembre in concomitanza con quella nazionale, a Roma. Il corteo, contro il terrorismo, le guerre e la diffidenza nei confronti dei musulmani, partirà da piazza San Babila, alle ore 15.

Parma. Il Coordinamento delle associazioni islamiche di Parma e provincia ha invitato i cittadini al centro culturale islamico di via Campanini, venerdì 20 novembre. La preghiera settimanale del venerdì sarà in arabo e in italiano.

Massa. I Giovani democratici e i ragazzi musulmani della città si incontreranno nel pomeriggio di venerdì 20 novembre. È previsto un intervento dell’imam Youssef Sbai sull’iniziativa “Not in my name”.

Palermo. La Federazione islamica che rappresenta le dieci moschee della città ha organizzato una manifestazione che si terrà in piazza Politeama il 20 novembre, dalle 17.30 alle 19. Scopo dell’iniziativa è dissociarsi dalla violenza del gruppo Stato islamico. L’imam della moschea sunnita di piazza Gran Cancelliere Mustafà Boulaalam ha detto che anche cristiani e associazioni laiche sono invitati a partecipare.