Chiesti 18 mesi di carcere per gli informatori dell’inchiesta Luxleaks.

10 maggio 2016 17:43

Chiesti 18 mesi di carcere per gli informatori dell’inchiesta Luxleaks. I due francesi Antoine Deltour e Raphaël Halet, ex dipendenti della società di consulenza PricewaterhouseCoopers, sono accusati di aver consegnato alla stampa i documenti all’origine dell’inchiesta sugli accordi fiscali segreti tra il Lussemburgo e diverse multinazionali, fra le quali Apple, Amazon, Heinz, Pepsi, Ikea e Deutsche Bank, tra il 2002 e il 2010. Il giornalista che ha pubblicato l’inchiesta, Edouard Perrin, rischia una multa. La sentenza è attesa per giugno.

pubblicità

Articolo successivo

King Krule è bravo ma non si applica
Giovanni Ansaldo