Un poliziotto davanti al comune di Saint-Etienne-du -Rouvray vicino Rouen in Normandia, il 26 luglio del 2016. (Pascal Rossignol, Reuters/Contrasto)

Cosa sappiamo finora dell’attacco in una chiesa in Normandia

Un poliziotto davanti al comune di Saint-Etienne-du -Rouvray vicino Rouen in Normandia, il 26 luglio del 2016. (Pascal Rossignol, Reuters/Contrasto)
26 luglio 2016 14:05

Una chiesa a Saint Etienne du Rouvray, vicino a Rouen, in Normandia, è stata attaccata da due persone armate di coltelli che hanno preso in ostaggio il parroco e diversi fedeli. Quasi un’ora dopo, la polizia ha ucciso i due aggressori, che nel frattempo avevano ucciso uno degli ostaggi e ne avevano ferito gravemente un altro. Ecco cosa sappiamo finora.

  • I due aggressori hanno fatto irruzione nella chiesa con dei coltelli. Secondo France 3, “hanno preso in ostaggio il parroco, due suore e diversi fedeli”.
  • I due assalitori sono stati uccisi dalle forze speciali di Rouen, mentre stavano uscendo dalla chiesa.
  • L’ostaggio ucciso è Jacques Hamel, 84 anni, il prete ausiliario della parrocchia.
  • Un altro ostaggio è gravemente ferito.
  • La sezione antiterrorismo della procura di Parigi ha aperto un’inchiesta sull’accaduto, anche se non sono ancora chiare le motivazioni dell’attentato.
  • Il presidente François Hollande e il ministro dell’interno Bernard Cazeneuve si sono recati sul posto.
  • Il presidente Hollande ha detto che si tratta di un attacco terroristico e ha evocato “l’affiliazione al gruppo Stato islamico”.
  • Il gruppo Stato islamico ha rivendicato l’attacco attraverso il suo organo di propaganda, l’Amaq.
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

La macchina del consenso di Erdoğan
Annalisa Camilli
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.