09 aprile 2020 12:11

Stati Uniti
L’8 aprile Bernie Sanders ha abbandonato la corsa alla Casa Bianca e ha promesso di collaborare con Joe Biden, il vincitore delle primarie democratiche. Biden sarà designato ufficialmente sfidante di Donald Trump alle presidenziali del 3 novembre nella convention del Partito democratico che si aprirà a Milwaukee il 17 agosto. Biden, 77 anni, ha fatto sapere che sceglierà una donna come candidata vicepresidente. Secondo alcune voci, potrebbe essere la senatrice Kamala Harris.

Siria
L’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche ha stabilito l’8 aprile che nel marzo 2017 l’aviazione siriana ha sganciato alcune bombe al sarin e al cloro sulla località di Al Latamina, nella provincia occidentale di Hama, all’epoca controllata dai ribelli. Circa cento persone sarebbero rimaste contaminate. Il governo siriano respinge le accuse e sostiene di aver consegnato il suo arsenale di armi chimiche, sotto supervisione internazionale, in base a un accordo concluso nel 2013.

Yemen
L’8 aprile la coalizione guidata dall’Arabia Saudita che sostiene le forze governative ha annunciato un cessate il fuoco di due settimane a partire dal 9 aprile, invitando i ribelli huthi a fare lo stesso. I ribelli, che controllano vaste aree del paese, non hanno ancora risposto all’offerta di tregua. Il 23 marzo il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres aveva proposto un cessate il fuoco universale per proteggere i civili dall’epidemia di covid-19.

Polonia
L’8 aprile la corte di giustizia dell’Unione europea ha ordinato al governo di sospendere le attività della camera disciplinare della corte suprema, organismo previsto dalla recente riforma giudiziaria di Varsavia. Secondo la corte di giustizia, la camera disciplinare minaccia l’indipendenza della magistratura. Varsavia ha annunciato ricorso contro la decisione, denunciando una violazione della sua sovranità.

Iraq
Il presidente Barham Saleh ha incaricato il 9 aprile il capo dei servizi segreti Mustafa al Kazimi di formare un governo dopo la rinuncia di Adnan Zorfi. Al Kazimi, che avrebbe il sostegno della maggior parte dei partiti presenti in parlamento, era considerato in passato vicino agli Stati Uniti, ma in seguito ha rafforzato i legami con Teheran.

Regno Unito
Maurice Robinson, l’autista nordirlandese di un camion frigo in cui nell’ottobre scorso sono stati ritrovati morti 39 migranti vietnamiti, si è dichiarato colpevole l’8 aprile di omicidio colposo. In precedenza Robinson si era dichiarato colpevole di sostegno all’immigrazione illegale. Il 23 ottobre i corpi di 31 uomini e otto donne, tra cui due ragazzi di 15 anni, erano stati scoperti nella zona industriale di Grays, a Londra. I migranti erano partiti dal porto belga di Zeebruges.

Sudan
L’8 aprile il governatore dello stato di Khartoum Ahmed Abdoun ha annunciato un aumento del prezzo del pane. Un anno fa era stato proprio un aumento del prezzo del pane, più consistente, a causare una rivolta popolare che aveva portato alla caduta del presidente Omar al Bashir, al potere dal 1989. Nel frattempo, una corte d’appello ha confermato ieri la condanna di Al Bashir a due anni di prigione per corruzione.