11 settembre 2020 15:20

L’Europa occidentale ha superato gli Stati Uniti nelle nuove infezioni quotidiane da covid-19, diventando di nuovo un focolaio mondiale, scrive Bloomberg. Il 9 settembre, infatti, i 27 paesi dell’Unione europea più Regno Unito, Norvegia, Islanda e Liechtenstein hanno registrato 27.233 nuovi casi, negli Stati Uniti sono stati 26.015. A livello mondiale gli Stati Uniti sono comunque il paese più colpito, sia per numero di decessi sia di casi, con oltre 190mila morti, seguiti da Brasile (128mila), India (76mila), Messico (69mila) e Regno Unito (41mila). La pandemia ha ucciso più di 909mila persone dalla fine di dicembre 2019, mentre sono stati diagnosticati più di 27,9 milioni di contagi.

  • La Francia ha registrato 9.843 nuovi casi di covid-19 in ventiquattro ore, un record dall’inizio della pandemia. Quasi cinquantamila nuovi casi (48.542) in una settimana, durante la quale sono stati effettuati più di un milione di test. Ma il tasso di positività – i contagiati rispetto al totale dei testati – continua ad aumentare: ha raggiunto il 5,4 per cento nella prima settimana di settembre. Intanto 54 pazienti covid sono entrati in terapia intensiva il 10 settembre, mentre i morti sono stati 19. Le vittime totali sono più di trentamila. Emmanuel Macron promette “decisioni importanti entro venerdì pomeriggio”.
  • In Spagna c’è un nuovo record di casi: 10.764 in un giorno. È il dato più alto dall’inizio della pandemia, ma la crescita, a rilento rispetto ai due mesi precedenti, fa parlare l’epidemiologo Fernando Simón di “stabilizzazione”. Secondo il direttore del Centro per il coordinamento degli allarmi sanitari e delle emergenze, si sta raggiungendo “un plateau” nella curva del contagio. Intanto l’incidenza aumenta nella fascia tra i 10 e i 19 anni, mentre l’età media di morte sale a 86 anni.
  • Nel weekend del Capodanno ebraico (19 e 20 settembre), Israele sarà il primo paese al mondo a imporre ai propri cittadini un secondo lockdown per combattere la pandemia di covid-19. Per due giorni consecutivi i nuovi casi sono stati più di quattromila e così il governo ha deciso per un blocco totale di altre due settimane, a partire dal 18 settembre. Chiuderanno scuole e attività commerciali (tranne supermercati e farmacie), i ristoranti potranno preparare solo cibo da asporto. Non ci si potrà allontanare più di 500 metri dalla propria abitazione.
  • Il vaccino AstraZeneca potrebbe ancora arrivare sul mercato entro l’anno, sostiene l’amministratore delegato dell’azienda farmaceutica, Pascal Soriot, nonostante lo stop agli studi clinici dopo che un volontario si è ammalato. Dipenderà tutto dalla rapidità delle autorità di controllo e al momento non si sa quando riprenderanno le sperimentazioni. Secondo Soriot, l’interruzione subita è quasi una regola nel mondo dei vaccini: “La differenza con le altre sperimentazioni è che non hanno gli occhi del mondo puntati addosso”.
  • L’India ha stabilito un altro record mondiale per le infezioni da coronavirus in un solo giorno, segnalando 96.551 nuovi casi giovedì 10 settembre. I decessi restano relativamente bassi, rispetto al numero dei contagi, ma sono comunque più di mille al giorno. I casi totali sono ampiamente oltre i 4,5 milioni.
  • La Cathay Pacific Airways, proprietaria della compagnia di bandiera di Hong Kong e di altre compagnie minori nell’ex colonia britannica, ha annunciato che rinuncerà ai sussidi per l’emergenza per le sue due compagnie principali e si prepara a tagliare voli e personale. La Cathay Pacific e la Cathay Dragon danno lavoro a 26.500 persone. Tra giugno e agosto il governo di Hong Kong ha stanziato cinque miliardi di dollari per salvare il ruolo fondamentale del gruppo Cathay, a cui appartiene il 50 per cento degli aerei nell’aeroporto della città. Il crollo del 99 per cento nel traffico di passeggeri giornalieri ha costretto la Cathay Pacific a cancellare la maggior parte dei voli. Il direttore generale del gruppo, Andy Wong, spiega che ci vorranno almeno quattro anni per tornare ai numeri di prima della pandemia e che la riduzione del personale, degli aerei e delle tratte sono inevitabili.