27 agosto 2013 14:00

Gli apparecchi di *biofeedback possono ridurre la pressione del sangue?*

Chi cerca di abbassare la pressione senza ricorrere ai farmaci ricorre sempre più spesso al biofeedback, una tecnica che allena a controllare il battito cardiaco e la tensione muscolare per ridurre lo stress. Gli apparecchi di biofeedback per la pressione spesso usano un approccio zen, adoperando musica e segnali visivi per guidare gli utenti durante gli esercizi di respirazione.

Secondo alcuni esperti, queste tecniche hanno un effetto calmante che potrebbe produrre benefici a lungo termine, anche se gli studi hanno mostrato risultati eterogenei. In un recente numero della rivista Jama Internal Medicine i ricercatori hanno testato il Resperate, uno dei dispositivi più noti, che usa note e melodie per sincronizzare e rallentare la respirazione. Nello studio i ricercatori hanno diviso in due gruppi 48 diabetici con ipertensione.

Un gruppo ha usato l’apparecchio almeno una volta al giorno per otto settimane, mentre all’altro ne è stato dato uno dall’aspetto simile ma finto. Nessuno dei due gruppi ha avuto benefici sulla pressione.

Conclusioni È probabile che gli apparecchi di *biofeedback per ridurre la pressione del sangue abbiano pochi effetti a lungo termine.*