09 dicembre 2014 17:31

Il fidanzato della mia amica ha il feticcio della verginità, e soprattutto per il momento in cui lei sanguina un po’. Spiegargli che l’idea di “rompere l’imene” è una stupida leggenda non ha scalfito la sua passione. Tra poco è il suo compleanno, e alla mia amica piacerebbe sorprenderlo con un po’ di sangue virginale. Essendo una cosa insolita, è disposta a sopportare un po’ di dolore e di fastidio. E siccome non avverrà durante il suo ciclo, la soluzione più ovvia è da escludere. Ha chiesto consiglio a me, che sono un po’ il guru sessuale della zona, ma stavolta sono rimasta senza parole.

–Happy Hymen Hunting

Ho un’ottima notizia, HHH! La tua amica non dovrà sopportare né dolore né fastidio per regalare al suo fidanzato un po’ di “sangue virginale” di compleanno.

“L’imene artificiale, noto anche come ‘kit per la verginità artificiale’ (o, più comunemente, imene cinese o finto imene) è una specie di membrana artificiale creata allo scopo di simulare un imene umano intatto”, recita l’inquietante descrizione presente su HymenShop.net. “Inserite delicatamente l’imene artificiale nella vagina… Durante la penetrazione, dal supporto fuoriuscirà un liquido simile al sangue, in una quantità non eccessiva ma giusta. Aggiungete qualche gemito e qualche sospiro, e la differenza sarà impercettibile!”.

Per quanto il feticcio del fidanzato possa sembrare raccapricciante, il fatto che alcune donne debbano usare questi imeni artificiali in situazioni di coercizione – donne che devono “farsi passare” per vergini durante la prima notte di nozze – è molto, molto più raccapricciante del fatto che una donna decida di usarne uno per soddisfare le fantasie del suo fidanzato.

Sono un maschio gay di 29 anni. Ho da poco chiuso una relazione di dieci anni sessualmente soft e poco entusiasmante. Adesso non vedo l’ora di esplorare il sesso con il mio nuovo fidanzato (da quattro mesi), che è GGG e kinky come me. Il problema è che lui, durante il sesso, vuole che lo picchi e gli faccia sanguinare il naso. Può sembrare eccitante, ma io mi preoccupo, perché da bambino lui ha subito abusi sessuali, e temo che la cosa possa innescargli reazioni negative. Continua a tirare fuori l’argomento, e io vorrei accontentarlo. Tu cosa ne pensi?

–Just A Love Tap

Penso che dovresti infilargli nel naso un paio di imeni artificiali, e poi picchiarlo solo con la forza necessaria a romperli, JALT, perché i pugni in faccia sono pericolosi. Potresti rompergli il naso, tanto per cominciare, e potresti anche ucciderlo, tanto per concludere. Ma se è una cosa che lui deve provare a tutti i costi, magari al punto da trovare qualcun altro che glielo faccia se non glielo fai tu (qualcuno non altrettanto interessato alla sua salute, alla sua incolumità e alla sua longevità), ecco un paio di domande che dovresti fargli prima: lo ha già fatto? Se sì, la cosa ha fatto riaffiorare ricordi spiacevoli degli abusi subiti? E anche: un’assicurazione sanitaria ce l’ha?

Ma sinceramente penso che dovreste optare per gli imeni artificiali.

(Traduzione di Matteo Colombo)