Sommario

821 (13/19 novembre 2009)

La guerra nel cuore dell’India

Il governo indiano svende alla grande industria le risorse del paese. Ma per giustificare l’esproprio delle terre ha bisogno di un nemico. E ha scelto i maoisti.

821 (13/19 novembre 2009)

Ritratti

M. Dadis Camara, la febbre del potere

Capitano dell’esercito della Guinea, si è autoproclamato presidente dieci mesi fa. Oggi cerca di diventare sempre più popolare anche attraverso la tv

Viaggi

Poesia, mate e pisco sour

In Cile tra le montagne e i vigneti della valle dell’Elqui. Nei luoghi dov’è cresciuta la poetessa Gabriela Mistral, premio Nobel per la letteratura

pubblicità

Africa e Medio Oriente

Abu Mazen alla resa dei conti

Asia e Pacifico

Thailandia e Cambogia in crisi per Thaksin

Pop

Abkhazia, memoria distrutta

di Thomas de Waal

pubblicità

Attualità

Soldi ai taliban dagli Stati Uniti

Per garantire la sicurezza dei convogli che trasportano armi e beni, i contractor ingaggiati dal Pentagono sono costretti a pagare i ribelli. L’inchiesta di The Nation

La sindrome di Gaza

Ho passato quattro settimane negli Stati Uniti, ma ho raccolto poche storie locali. Sono stata troppo impegnata a parlare del mio paese e delle condizioni di vita dei palestinesi. Leggi

Opinioni

Il mestiere di blogger all’Avana

Pop

L’idea di razza nell’America di Obama

di Orlando Patterson

Economia e lavoro

La Francia punisce il mondo della finanza

pubblicità

In copertina

La guerra nel cuore dell’India

Il governo indiano svende alla grande industria le risorse del paese. Ma per giustificare l’esproprio delle terre ha scelto un nemico. E ha scelto i maoisti.

Yoani

Venerdì scorso Yoani Sánchez è stata aggredita e picchiata all’Avana. Stava andando a una manifestazione per la pace in compagnia di tre amici. Da un’auto nera sono scesi degli uomini che le hanno ordinato di salire a bordo. L’hanno spinta, strattonata e hanno cominciato a picchiarla per costringerla a entrare in macchina. “Adesso la finirai di fare pagliacciate”. L’hanno sequestrata per venti minuti e poi l’hanno scaricata in una strada laterale. Fin qui la prima parte. Ora arriva la seconda. Quelli che hanno detto che doveva aspettarselo. Quelli che hanno scritto che in fondo se l’è cercata. E alla fine, naturalmente, quelli che sostengono che s’è inventata tutto e che il suo racconto non sta in piedi, poco importano i tre amici che hanno confermato l’aggressione: fanno parte della messinscena anche loro. La tecnica è la solita: trasformare la vittima in colpevole. Senza mai entrare nel dettaglio, solo sospetti generici. D’altra parte se c’è chi è arrivato a mettere in dubbio gli attentati dell’11 settembre, prendersela con una blogger cubana è un gioco da ragazzi. Leggi

Scienza

Tutti insieme faticosamente

Uno dei problemi più urgenti per la Terra sembra essere l’aumento della popolazione. È vero, siamo in troppi e le risorse del pianeta potrebbero non bastare più. Ma dietro le cifre la realtà è più complessa

Società

Al Jazeera show

Per alcuni è la tv dei terroristi. Per altri un modello di giornalismo da seguire. Oggi l’emittente del Qatar sbarca negli Stati Uniti e lancia una sfida all’informazione americana

Visti dagli altri

Anche con la croce l’Italia è sempre più laica

La battaglia sui simboli cristiani nelle scuole pubbliche serve solo a mascherare il fatto che la chiesa cattolica è in difficoltà perfino in Italia. L’opinione di Time

pubblicità

Americhe

La riforma della sanità fa un balzo in avanti

Portfolio

Il maestro del libro fotografico

Una grande mostra a Parigi ripercorre sessant’anni di carriera dell’editore francese Robert Delpire. Visita guidata di Christian Caujolle

Graphic journalism

Cartoline da Berlino

Di Patrick Chappatte

Scienza e tecnologia

Le metafore che formano il nostro pensiero

Pop

Architettura globale

di Marc Augé

pubblicità

Europa

I serbi del Kosovo non andranno a votare

Opinioni

1 euro

Opinioni

Se Obama delude i palestinesi

Opinioni

La classifica delle classifiche

Tribù carovaniere

Frankie Goes To Hollywood, Father Murphy, Sergio Cammariere Leggi

Lavarsi le mani

Non è dimostrato che per ridurre i germi è meglio lavarsi le mani con l’acqua molto calda. Leggi

Opinioni

Onora il padre e la madre

Tisana facile

La salvia, cespuglietto suffruticoso della famiglia delle labiate, fa bene alla salute, non a caso deriva il nome dal latino salvus. Leggi

Opinioni

Hannah Arendt oggi

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.