Pier Andrea Canei

È un giornalista italiano-austriaco. Lavora a Style, il mensile del Corriere della Sera, e collabora con La Lettura e Io Donna. Scrive la rubrica “Playlist” per Internazionale

Pier Andrea Canei
Marranzanu nostrum

Una canzone per l’età della Aquarius, Due fiorentini a Rio e il ritorno dello scacciapensieri. Leggi

Disco Pagliarani

I concetti rétro trasgressivi di La Badante, Edoardo Bennato ospite dei Mujura, la segretaria di un’azienda di meccanica secondo i Mala. Leggi

pubblicità
Collettivo anisetta

Un cantautore che gioca con Faber, Van Morrison & Joey DeFrancesco, una storica crew di dj dediti all’arte del turntablism. Leggi

Hotline zufolo

Dal Mali una nuova voce africana nel mondo, dal Galles una voce bianca ma bluesy, dall’Italia un fischio melodico. Leggi

Dark social

La rapper rivelazione del Connecticut, post rock rumorista da Cisterna di Latina, la leggenda di Chico Buarque. Leggi

pubblicità
Banane e peana

L’America di Gambino, la italo disco e il più tropicalista dei cantautori d’Italia. Leggi

Trap bricolage

La più hiphop delle milanesi, un rapper romano riflessivo e una band bolognese che farcisce di elettronica la propria vena romantica. Leggi

Sympathy for Samarcanda

Dal New Mexico arriva una musica da mercanti di stoffe bulgari, da Roma la risposta italiana ai Black Keys, da Napoli un neo-folk-dark. Leggi

Cantastorie calling

Dalla smorfia nonchalant di Motta al grassroots blues siculo di Eleonora Bordonaro, la playlist della settimana. Leggi

Donne e vudù

Il creolo di Mélissa Laveaux, l’organo a canne di Carlot-ta e la suspense di Rachele Bastreghi. Leggi

pubblicità
Ius Clash

I nuovi italiani di Punkreas, l’alfabeto illustrato di Ferraniacolor e i Johnny Clash di Bologna: tre canzoni da ascoltare. Leggi

Analog Ghana

Gospel ghanese, sound genovese e un’elettronica pop: tre proposte musicali. Leggi

Mali maschili

Ogni tanto ci sono canzoni giuste che spuntano al momento giusto. Leggi

Soviet sociopatici

Spirito del 1977, parole del leader situazionista Gandalf il Viola: time capsule dell’epoca tramandata ai posteri per vie elettroniche e trip hop. Leggi

Stranger Sanremo

Patrizia Cirulli ha il merito di richiamare dodici tra le magnifiche perdenti del concorso che tutti amano snobbare. Leggi

pubblicità
Exit spaesati

Al loro suono hanno dato il nome di shamstep: i 47Soul hanno origini palestinesi e residenza londinese. Leggi

Chicken house

Discomusic sghemba, cigolii artigianali, una passeggiata di basso, emozioni miste su liriche di ponderosa vaghezza: è questo l’orizzonte degli eventi alt-pop del 2018? Leggi

Cinematica

Grazia Di Michele, cantautrice di lungo corso, ritorna e si diverte a ripescare e adattare ballate e canzoni da repertori altri. Leggi

Sonno walkman

Voce di donna dolente, su accordi di chitarra trasognata, country invernale, odore di legno bruciato e orizzonti che sfumano verso il buio. Leggi

Cantautori coraggiosi

È un’avventura nella necropoli misteriosa, Pantalica di Colapesce, in apertura di un album d’intelligente alt-pop come Infedele. Leggi

pubblicità