Pier Andrea Canei

È un giornalista italiano-austriaco. Lavora a Style, il mensile del Corriere della Sera, e collabora con La Lettura e Io Donna. Scrive la rubrica “Playlist” per Internazionale

Pier Andrea Canei
Soviet sociopatici

Spirito del 1977, parole del leader situazionista Gandalf il Viola: time capsule dell’epoca tramandata ai posteri per vie elettroniche e trip hop. Leggi

Stranger Sanremo

Patrizia Cirulli ha il merito di richiamare dodici tra le magnifiche perdenti del concorso che tutti amano snobbare. Leggi

pubblicità
Exit spaesati

Al loro suono hanno dato il nome di shamstep: i 47Soul hanno origini palestinesi e residenza londinese. Leggi

Chicken house

Discomusic sghemba, cigolii artigianali, una passeggiata di basso, emozioni miste su liriche di ponderosa vaghezza: è questo l’orizzonte degli eventi alt-pop del 2018? Leggi

Cinematica

Grazia Di Michele, cantautrice di lungo corso, ritorna e si diverte a ripescare e adattare ballate e canzoni da repertori altri. Leggi

pubblicità
Sonno walkman

Voce di donna dolente, su accordi di chitarra trasognata, country invernale, odore di legno bruciato e orizzonti che sfumano verso il buio. Leggi

Cantautori coraggiosi

È un’avventura nella necropoli misteriosa, Pantalica di Colapesce, in apertura di un album d’intelligente alt-pop come Infedele. Leggi

Nevica disagi

Il disagio è la condizione cronica di una generazione, e su questo parolone-tormentone il romano Giancane martella una canzone alla Depeche Mode. Leggi

Nonne e bambini

A volte la leggerezza può essere pesante, come in Orco zio, ma questa musica è un modo di affrontare i disagi dell’età evolutiva. Leggi

Family Babylon

“Se c’era una volta l’America adesso c’è un uomo che non sogna niente”. Quell’uomo è Giuliano Sangiorgi, sbarcato a New York, che cammina, mastica (bagel) e rumina. Leggi

pubblicità
Oh, Vita! di Jovanotti, ascoltato con Jovanotti

A Milano, nello studio di registrazione Pinaxa, il cantante ha scelto sei brani del suo nuovo album. Pier Andrea Canei li ha ascoltati in anteprima. Leggi

Canzoni noir

Il vedovo di Donna Summer per il suo nuovo album 21st century world ripesca una delle più belle canzoni della fine del ventesimo secolo. Leggi

Uomini super

“Siete tutti molto strani / Pretenziosi e poco umani”. Ci voleva una canzone di protesta contro quegli sbruffoni di supereroi. Leggi

Amor d’amigdala

Anche sotto la patina da 1979 – lo ska da ragazzi bianchi, piano e sax, cappelletti e occhiali da sole e le Lambrette a Camden Lock – questa canzone non perde freschezza. Leggi

Pummarola sunset

Ecco la missione di questo nuovo Canzoniere: un grande album che imbottiglia la pummarola in bottiglie di Coca Cola, che marita gli zufoli e Piers Faccini. Leggi

pubblicità
Amori italo-forestieri

“L’amore forestiero poco dura”, dice la canzone che chiude l’album Novilunio, frutto di un intenso idillio artistico tra la cantante pugliese Maria Mazzotta e il violoncellista albanese Redi Hasa. Leggi

Voli strumentali

John Carpenter ha girato un remake di Christine. La macchina infernale. Le sue musiche per sintetizzatore reggono alla prova del tempo. Leggi

Sindrome da nordest

Facce sporche e scure da galera. Ascoltare quello che si diventa. A lavorare tutto il tempo, a farsi dire dalla televisione cosa essere. Leggi

Easy existing

Una delle canzoni più morbide di Caetano Veloso parla di una bibita ma con la morte di un poeta nel cuore. La interpreta, con testo suo, Luca Gemma, romano d’Ivrea. Leggi

Mondo fantasma

Dallo spazio profondo del modenese, ecco una band tra le più originali di questo electro prog all’europea. Leggi

pubblicità