Festival di Angoulême

Angoulême premia l’eccellenza ma ha bisogno di rinnovarsi

La 44ª edizione del festival internazionale del fumetto non è stata funestata dalle polemiche e ha premiato dei magnifici fumetti. Ma il pubblico non ha risposto adeguatamente, segno che la formula ha bisogno urgente di qualche novità. Leggi

Zerocalcare selezionato per il festival internazionale del fumetto di Angoulême.
Zerocalcare selezionato per il festival internazionale del fumetto di Angoulême. Sono state annunciate le nomination della 44ª edizione del Festival international de la bande dessinée di Angoulême, che si terrà dal 26 al 29 gennaio 2017 nella città francese. Tra i candidati ci sono anche due autori italiani: Zerocalcare, con la traduzione francese di Kobane calling pubblicata da Cambourakis e lo sceneggiatore Giorgio Albertini con Chronosquad (Dargaud) con i disegni di Gregory Panaccione.
pubblicità
I fumetti del festival di Angoulême in mostra

A margine del palmarès del festival internazionale del fumetto di Angoulême, tra i più importanti al mondo, piccolo viaggio per immagini sulle principali esposizioni del festival, da Morris ai giapponesi. Leggi

Qui di Richard Mcguire è il vincitore del festival del fumetto di Angoulême.
Qui di Richard Mcguire è il vincitore del festival del fumetto di Angoulême. Il disegnatore statunitense, che lavora per il New Yorker e il New York Times, ha vinto il premio per il miglior album con Qui (Rizzoli Lizard 2015). Il premio del pubblico è andato a Etienne Davodeau e Benoît Collombat per Cher pays de notre enfance: enquête sur les années de plomb de la Ve République (Futuropolis-Gallimard 2015). Il gran prix de la ville, quello che ha suscitato polemiche per l’assenza di donne nella selezione, è stato assegnato a un veterano del fumetto d’autore belga, Hermann.
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.