Timbuctù

Anche distruggere i monumenti è un crimine di guerra

Nessuno è stato punito per aver fatto saltare nel 2001 le gigantesche statue buddiste della valle di Bamiyan, in Afghanistan. O per la distruzione dell’antica città di Palmira, in Siria. Oggi, Ahmed al Mahdi, che pure si dice pentito, sconterà una condanna per aver distrutto i monumenti religiosi di Timbuctù. Leggi

Cartoline misteriose da Timbuctù

Nasce dalle chiacchiere di due visionari a Bamako Postcards from Timbuktu, sito internet in cui per 10 dollari è possibile ordinare una cartolina della “città misteriosa” e farsela spedire a qualsiasi indirizzo nel mondo. Dopo aver scelto fra le quattro fotografie disponibili e inserito il testo da scrivere, la richiesta arriva via mail sul telefono di Phil Paoletta che la gira su WhatsApp ad Ali a Timbuctù. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.