In treno dal Guatemala all’Arizona nei panni di un migrante

05 aprile 2016 10:10

Flaviano Bianchini è un attivista italiano che, fingendosi peruviano, ha viaggiato a bordo del treno soprannominato “la bestia”, che dal Centroamerica attraversa il Messico carico di migliaia di persone che ogni anno cercano di raggiungere gli Stati Uniti. Un viaggio lungo 21 giorni raccontato da Bianchini nel libro Migrantes. Clandestino verso il sogno americano (Bfs edizioni 2015), che sarà presentato al Festival di Internazionale a Ferrara. Il nuovo video di Termini Tv.

pubblicità

Articolo successivo

Il mio spettrale capodanno a Pechino
Gabriele Battaglia