Argentina

Argentina

Capitale
Buenos Aires
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Peso argentino
Superficie
Due lunghe storie

Una mostra a Milano dedicata ai lavori di Valerio Bispuri e Mattia Zoppellaro. Leggi

La grande madre dell’Argentina e il parricida

Hebe de Bonafini, fondatrice delle Madri di plaza de Mayo, è stata per anni il volto più presentabile dell’Argentina. Finché la sua vicinanza al potere l’ha travolta. Leggi

pubblicità
Prove tecniche di revisionismo in Argentina

Confrontarsi con gli anni della dittatura è stato doloroso. Ma il presidente Macri sta provando a frenare il lavoro fatto finora. Leggi

Non ci arrendiamo
Un autobus si è ribaltato sulle Ande argentine, almeno 19 morti
Un autobus si è ribaltato sulle Ande argentine, almeno 19 morti. L’incidente è avvenuto nelle prime ore del 18 febbraio nel parco dell’Aconcagua ed ha coinvolto un veicolo della compagnia cilena Turbus partito da Mendoza e diretto a Santiago del Chile. A bordo dell’autobus c’erano quaranta passeggeri di cui trentadue argentini e tre bambini. Un portavoce civile di Mendoza ha dichiarato che almeno diciannove persone sono morte nell’incidente e una ventina sono rimaste ferite.
pubblicità
Le modeste differenze di Facundo de Zuviría

La musa che ispira da trent’anni il fotografo argentino Facundo de Zuviría è Buenos Aires, metropoli cosmopolita di cui però ha raccontato il carattere meno turistico, soffermandosi su quei dettagli trascurati che testimoniano i continui cambiamenti della città. Leggi

In America Latina fare il prete significa rischiare la vita

Rapimenti, aggressioni, torture, estorsioni, omicidi: la violenza dilaga nella vita quotidiana di molti paesi latinoamericani. E mentre la criminalità organizzata estende il suo dominio, anche la vita dei sacerdoti è sempre più a rischio. Leggi

Cos’è il Plan Condor e perché è finito sotto processo in Italia

Dopo due anni di udienze si è chiuso a Roma il processo contro il Plan Condor, che ha visto imputati 33 civili e militari cileni, uruguaiani, boliviani e peruviani responsabili della repressione totalitaria e del “terrorismo di stato” nei rispettivi paesi, negli anni settanta del novecento. Un processo che non ripercorre solo la storia recente dell’America Latina, ma che rilancia anche il dibattito sull’assenza del reato di tortura in Italia. Leggi

L’ottava tappa di Dakar
Corsa nella polvere
pubblicità
Il dicembre delle rivolte argentine

Nel 2001 migliaia di argentini scesero in piazza contro la crisi economica che affliggeva il paese chiedendo le dimissioni del presidente Fernando de la Rúa. In occasione del quindicesimo anniversario delle rivolte, la cooperativa di fotografi argentini Sub, ha pubblicato un libro che raccoglie numerose immagini delle proteste, scattate tra il 2001 e il 2002. Leggi

L’ex presidente argentina Cristina Fernández accusata di corruzione.
L’ex presidente argentina Cristina Fernández accusata di corruzione. Un giudice federale di Buenos Aires ha formalizzato le accuse di associazione illecita e amministrazione fraudolenta. Fernández è sospettata di aver pilotato degli appalti pubblici durante la sua amministrazione per favorire il gruppo Austral, di proprietà dell’imprenditore Lázaro Báez, ma nega tutte le accuse e sostiene che il processo sia stato organizzato dall’attuale presidente Mauricio Macri.
Le ambiguità del Vaticano sulla dittatura argentina

L’annuncio dell’apertura degli archivi della conferenza episcopale argentina e del Vaticano è solo un tentativo pilotato per tentare di assolvere la chiesa dalla complicità con la dittatura militare e i suoi crimini. L’opinione del giornalista argentino Horacio Verbitsky. Leggi

Gli archivi vaticani rivelano il destino dei desaparecidos in Argentina

L’operazione potrebbe contribuire a conoscere la sorte, almeno di una parte, di quei desaparecidos di cui non si è saputo più nulla o di cui molto spesso si sono avute solo notizie incomplete e frammentarie. Come ha ripetuto più volte anche Estela Carlotto, una delle leader delle nonne di plaza de Mayo, si tratta di ricostruire una memoria amputata non di rinfocolare il sentimento di vendetta. Leggi

pubblicità
Le donne argentine scioperano contro la violenza di genere.
Le donne argentine scioperano contro la violenza di genere. Una cinquantina di organizzazioni che lottano contro la discriminazione e la violenza di genere hanno invitato le donne argentine a vestirsi di nero e ad abbandonare il loro posto di lavoro per un’ora (tra le 13 e le 14 del 19 ottobre) in quello che è stato ribattezzato il Miercoles Negro (mercoledì nero). La protesta è stata organizzata in seguito alla morte di Lucía Pérez, sedicenne violentata e uccisa, a Mar de Plata, nella notte tra l’8 e il 9 ottobre 2016. Per il pomeriggio del 19 ottobre è prevista anche un’imponente manifestazione di piazza a Buenos Aires.
La sinistra latinoamericana ha fallito perché non era di sinistra

Non so quante volte l’ho vista scritta o l’ho sentita ripetere: è ovunque. La frase si è guadagnata un suo spazio, il luogo più comune di tutti, e non si discute: in America Latina la sinistra ha fallito. Leggi

In Argentina il presidente offre una sponda ai revisionisti della dittatura

I recenti dubbi espressi dal presidente argentino Mauricio Macri sul numero dei morti durante la dittatura hanno sconvolto gli attivisti per i diritti umani e i sopravvissuti, e segnano per la prima volta l’ingresso della retorica negazionista nel discorso politico ufficiale. Leggi

La storia di un tradimento

Perché un uomo tradisce un intero gruppo, la sua comunità? Siamo nell’Argentina degli anni trenta, a Rosario, in una metropoli dominata da clan di gangster in concorrenza. L’affresco storico concepito da uno sceneggiatore e scrittore del calibro dell’argentino Carlos Sampayo mette in scena due attori: i gangster, appunto, e gli anarchici. Leggi

pubblicità