La crisi senza fine della Repubblica Centrafricana

13 giugno 2017 09:57

Da anni nella Repubblica Centrafricana si vive tra conflitti e instabilità. È uno dei paesi più poveri del mondo: due milioni di persone sopravvivono grazie agli aiuti umanitari e un milione di centrafricani sono fuggiti in Camerun, nella Repubblica Democratica del Congo e in Ciad.

Diverse milizie sono in guerra tra loro e si contendono la terra e le risorse del paese, come l’oro e i diamanti. Dallo scorso 9 maggio ci sono state nuove violenze nella zona di Bangassou, nel sud del paese, che hanno coinvolto i gruppi anti-balaka (a maggioranza cristiana, nati in funzione di autodifesa durante la guerra civile) e i caschi blu dell’Onu. Migliaia di civili sono fuggiti verso la Repubblica Democratica del Congo.

Il video della Thomson Reuters Foundation.

pubblicità

Articolo successivo

La città della cultura che mi ha aiutato a crescere
Tracey Thorn