La sportiva che rompe gli schemi della boxe tailandese

08 agosto 2018 13:03

“Una sera ho visto un combattimento tra due donne e ho pensato che avrei potuto affrontarle. Mio padre me lo ha vietato, non credeva che potessi farlo. Ho promesso che avrei dimostrato che si sbagliava”, dice Jade Marrisa Sirisompan, atleta di muay thai.

Il muay thai è lo sport nazionale della Thailandia, la sua storia risale al sedicesimo secolo. Si tratta di uno sport di contatto molto duro, dove sono ammessi colpi con pugni, gomiti, ginocchia e piedi. Per questo motivo è considerata una disciplina maschile e per le donne è molto difficile accedere a questo sport.

Jade Marrisa Sirisompan ha sfidato questo pregiudizio diventando una lottatrice professionista. Ora aiuta suo padre ad allenare giovani boxeur nella palestra di famiglia. Il video di Valerio Maggio.

pubblicità