NUOVE NOTIZIE

NOTIZIE
NUOVE NOTIZIE

Unione europea


  • 20 Feb 2017 10.01

Tra l’Europa e gli Stati Uniti aumenta la diffidenza

Oggi tutte le capitali europee, a prescindere dall’orientamento politico dei suoi leader, sono perplesse davanti ai tweet, al comportamento e alle dichiarazioni martellanti del presidente statunitense Donald Trump. Come molti americani, gli europei non si sono ancora abituati all’idea di dover trattare con un uomo imprevedibile. Leggi

  • 15 Feb 2017 12.37
Il parlamento europeo ha approvato il Ceta. Con una maggioranza di 408 voti favorevoli contro 254 contrari, il parlamento di Strasburgo ha approvato la ratificazione dell’Accordo economico e commerciale globale (Ceta), il trattato di libero scambio tra Unione europea e Canada, firmato alla fine di ottobre. Per l’entrata in vigore definitiva servirà adesso il voto dei parlamenti nazionali.
pubblicità
  • 09 Feb 2017 14.33

Storie di resistenza alle espulsioni verso l’Afghanistan

Cacciati da Calais, respinti dalla Croazia, rimandati a Kabul: i profughi afgani sognano l’Europa, ma gli stati membri fanno di tutto per tenerli fuori o rimpatriarli. Contro queste politiche c’è chi resiste, in Europa e in Afghanistan. Leggi

  • 06 Feb 2017 10.13

L’Europa a più velocità diventa un destino possibile

Nell’Unione europea tutti sapevano che gli stati sono più o meno uniti a seconda della loro appartenenza o meno all’eurozona o allo spazio Schengen, così come nessuno ignorava che i trattati permettono diversi ritmi di integrazione all’interno dell’Unione. Eppure finora non si poteva parlare di “Europa a più velocità”, quantomeno non alla luce del sole. Leggi

  • 03 Feb 2017 17.24

Chiudere la rotta del Mediterraneo centrale è irrealistico e inumano

Chiudere la rotta del Mediterraneo centrale è l’obiettivo del summit che si è tenuto a Malta il 3 febbraio. Lo scopo è quello di ridurre il numero di arrivi sulle coste italiane, convincere gli stati europei a riaprire le frontiere interne dell’Unione europea e ripristinare lo spazio Schengen il prima possibile. A causa dell’instabilità politica di Tripoli, l’obiettivo sembra tutt’altro che realizzabile e a fare le spese di questo approccio saranno migliaia di persone a cui non sarà garantito il diritto di chiedere asilo in paesi sicuri. Leggi

pubblicità
  • 03 Feb 2017 09.49

La nuova Romania scende in piazza contro la corruzione

Trecentomila manifestanti in un paese di venti milioni di abitanti: la partecipazione dei romeni alla protesta contro il decreto del governo che depenalizza alcuni reati di corruzione è stata eccezionale. E segna l’emergere dei giovani e della classe media, che chiedono più democrazia e più trasparenza. Leggi

  • 02 Feb 2017 15.45

Trump è un nemico utile per l’Europa

“Vi faremo il favore peggiore: vi priveremo di un nemico”, aveva detto nel 1989 un consigliere diplomatico di Michail Gorbačëv. Oggi il nuovo presidente statunitense Donald Trump sta facendo agli europei il favore opposto, cioè gli sta offrendo un nuovo nemico? Leggi

  • 02 Feb 2017 09.58

L’Europa è un’isola di certezze in confronto al resto del mondo

In Germania si profila una sconfitta di Angela Merkel, il Regno Unito prosegue sulla strada della Brexit, in Francia la destra e la sinistra sono nel caos. Eppure gli interrogativi europei sono poca cosa rispetto a quelli affrontati dalla Russia e dagli Stati Uniti con Donald Trump. Leggi

  • 31 Gen 2017 11.14

I muri di Trump e quelli dell’Europa

Tutti i leader politici europei hanno condannato l’ordine esecutivo di Donald Trump che ha vietato ai cittadini di sette paesi di entrare negli Stati Uniti. Ma alla vigilia del vertice europeo che comincerà a Malta il 3 febbraio, emerge con chiarezza che la politica europea sull’immigrazione dei prossimi anni sarà orientata ai rimpatri e all’esternalizzazione delle frontiere, invece che all’integrazione e all’apertura di canali legali per i migranti e i profughi. Leggi

  • 27 Gen 2017 08.45
Oggi a Bruxelles il vertice dell’Ecofin. I ministri delle finanze dell’Unione europea si incontreranno per discutere dell’analisi annuale della crescita e degli squilibri macroeconomici e sulla prevenzione delle frodi sull’iva. All’ordine del giorno anche una riforma del sistema dell’Iva e il programma di lavoro della presidenza maltese. Il ministro delle finanze britannico Peter Hammond ha assicurato che il Regno Unito rispetterà i suoi impegni nei confronti dell’Unione europea.
pubblicità
  • 26 Gen 2017 16.46

Il nuovo piano dell’Unione europea sull’immigrazione

Il 26 gennaio si è aperto a Malta il vertice dei ministri dell’interno dell’Unione europea sull’immigrazione. Ecco cosa prevede il piano che sarà proposto dalla Commissione europea ai capi di stato e di governo la prossima settimana. Leggi

  • 26 Gen 2017 09.59

Perché la sinistra francese deve guardare all’Europa e al mondo

Complimenti a Benoît Hamon e Manuel Valls, i due finalisti delle primarie della sinistra francese. Il dibattito che hanno animato la sera del 25 gennaio è stato di alto livello, nobile e senza colpi bassi, una vera discussione istruttiva e appassionata. Ma c’è un problema. Leggi

  • 25 Gen 2017 09.41

Le azioni dell’Europa sono in rialzo

Non ha ancora vinto e non è detto che ci riesca, ma già solo il fatto che i socialdemocratici tedeschi abbiano scelto l’ex presidente del parlamento europeo Martin Schulz per sfidare, a settembre, Angela Merkel segna una svolta in Europa. Leggi

  • 19 Gen 2017 14.15
La Banca centrale europea lascia invariati tutti i tassi di interesse di riferimento. Il consiglio direttivo dell’istituto ha confermato che il tasso sulle principali operazioni di rifinanziamento resta a zero, quello sui depositi custoditi per conto delle banche al meno 0,40 per cento, quello sulle operazioni di rifinanziamento marginali allo 0,25 per cento.
  • 19 Gen 2017 11.02

La Brexit è un errore che nessun paese europeo deve ripetere

“Le conseguenze dell’uscita dall’Unione europea saranno molto gravi per il Regno Unito. Il processo che ha portato alla Brexit ha fatto emergere il lato razzista di alcuni britannici e probabilmente sarà la causa di un ulteriore declino economico del paese”. Il giornalista britannico Will Hutton, intervistato al festival di Internazionale a Ferrara, parla degli effetti della Brexit sul suo paese e sull’Unione europea. Leggi

pubblicità
  • 18 Gen 2017 09.34

La Brexit adesso comincia davvero

La situazione ora è più chiara, perché Theresa May ha preso atto, con il suo discorso del 17 gennaio, del rifiuto degli altri 27 stati dell’Unione europea di permettere al Regno Unito di restare all’interno del mercato unico se Londra intende opporsi alla libertà di circolazione dei cittadini europei. Leggi

  • 18 Gen 2017 08.24
Antonio Tajani è stato eletto presidente del parlamento europeo. Il candidato del Partito popolare europeo ha ottenuto 351 voti, battendo quello di Socialisti e democratici, Gianni Pittella, che si è fermato a 282 preferenze. Per l’elezione sono state necessarie quattro votazioni. Con Tajani, i popolari controllano le tre principali cariche dell’Unione, con Jean-Claude Juncker che presiede la Commissione europea e Donald Tusk il Consiglio europeo.
  • 17 Gen 2017 19.33
Quarto turno per l’elezione del presidente del parlamento europeo. Dopo le prime tre votazioni nessuno dei candidati ha raggiunto la maggioranza assoluta di 346 voti, necessaria per l’elezione diretta. La sfida a questo punto è tra il candidato del Partito popolare europeo Antonio Tajani, che ha ottenuto 291 voti, e quello dei socialisti e democratici Gianni Pittella, che ha avuto 199 preferenze. Il presidente uscente Martin Schulz ha aggiornato la sessione alle 20.
  • 17 Gen 2017 17.12

I rimpatri dei migranti maliani mettono alla prova gli accordi tra Europa e Africa

Lo scorso 29 dicembre sono atterrati a Bamako più di 150 migranti maliani. Molti avevano chiesto di tornare a casa, ma non tutti rientrano volontariamente. Le espulsioni di migranti africani dai paesi europei sono sempre più frequenti, anche per colpa degli accordi con cui Bruxelles cerca di bloccare i flussi migratori a ogni costo. Leggi

  • 17 Gen 2017 12.17

Il Parlamento europeo elegge il suo presidente

Il socialdemocratico Martin Schulz è stato un brillante presidente del Parlamento europeo, ma dopo la fine del suo secondo mandato e la scelta di provare una carriera politica in Germania, trovare il suo sostituto a Strasburgo si sta dimostrando complicato. L’elezione a scrutinio segreto è oggetto di uno scontro senza precedenti. Al primo turno è in testa Antonio Tajani. Leggi

pubblicità