24 settembre 2019 17:06

Nel suo ultimo libro, Noi siamo tempesta (Salani 2019), Michela Murgia cerca di sfatare il mito secondo cui sono singoli individui di eccezionale talento a scrivere la storia. Nella maggior parte dei casi, sostiene la scrittrice, a cambiare il corso degli eventi sono “il lavoro di squadra e la condivisione dei percorsi”. Da questa considerazione prende spunto un incontro che si terrà al festival di Internazionale a Ferrara realizzato in collaborazione con Banca Etica sui movimenti collettivi e cooperativi che dal basso stanno cambiando il mondo, anche quello dell’economia e della finanza. Il 5 ottobre al cinema Apollo Murgia dialogherà con Anna Fasano, presidente di Banca Etica, Alexander Fiorentini, di Fridays for future (il movimento studentesco lanciato dall’attivista ambientale Greta Thunberg) e Jordi Ibáñez, direttore della Fundación finanzas éticas spagnola.

Nei giorni del festival il gruppo Banca Etica allestirà in piazzetta Sant’Anna il grande tabellone del Giocafinanza, un gioco per conoscere meglio il mondo della finanza. I partecipanti potranno ripercorrere cos’è successo dopo il 2008, l’anno del fallimento della banca d’affari statunitense Lehman Brothers. L’obiettivo è invitare le persone ad avere uno sguardo critico sulla finanza, e a riflettere sulle conseguenze sociali e ambientali della speculazione.