Un addetto comunale alla disinfestazione a Recife, nello stato brasiliano di Pernambuco, il 26 gennaio. (Felipe Dana, Ap/Ansa)

L’emergenza zika in America Latina

27 gennaio 2016 15:23

Il virus zika, trasmesso dalle zanzare, è arrivato in Brasile nel maggio del 2015, dove avrebbe contagiato un milione e mezzo di persone, e si è esteso in 17 paesi delle Americhe. In genere provoca solo un po’ di febbre, eruzioni cutanee, dolori articolari e arrossamento degli occhi. Negli ultimi mesi, però, sono cominciate a emergere prove di possibili malformazioni nei feti e problemi neurologici negli adulti.

L’allarme è scattato a dicembre, quando dei medici del Pernambuco, uno degli stati nordorientali del Brasile, hanno notato un forte aumento di neonati con microcefalia. È stato dichiarato lo stato d’emergenza sanitaria e il governo ha autorizzato l’impiego dell’esercito per aiutare i 310mila operatori occupati nella disinfestazione dalle zanzare.

La diffusione del virus rende sempre più urgente eliminare le zanzare che lo trasmettono. Il virus zika è diffuso soprattutto dall’Aedes aegypti, che è il vettore anche della dengue e della febbre gialla e vive in climi tropicali.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.