Cao Fei è un’artista nata nel 1978 a Guangzhou, nel sud della Cina. Negli ultimi vent’anni ha usato vari strumenti – tra cui fotografia, video, realtà virtuale e scultura – per riflettere sui cambiamenti sociali e culturali legati all’ossessione per le tecnologie digitali. I moderni sistemi di sorveglianza, la produzione di massa, il lavoro automatizzato e le macchine intelligenti sono al centro delle opere di Cao, che ne mostrano gli effetti collaterali sulla vita delle persone, soprattutto in Cina. Nel 2020 la Serpen­tine gallery di Londra le ha dedicato una grande mostra, intitolata Blueprints, con i suoi vecchi e nuovi lavori. È con questa mostra che l’artista ha vinto il premio della Deutsche Börse 2021, un contributo assegnato a un fotografo in Europa che si è distinto nell’anno precedente per un progetto espositivo o una pubblicazione.

Il premio è stato assegnato a Cao per le “visioni distopiche in cui mette in scena un futuro prossimo, usando uno stile equilibrato e poetico, che cattura l’isolamento e l’alienazione della nostra era. E lo fa attraverso un linguaggio visivo originale e seducente, che parla attraverso le immagini del loro posto nel mondo di oggi”, ha spiegato Anne-Marie Beckmann, la direttrice del premio.◆

Un’immagine tratta dal film Asia one (2018), che racconta la storia degli unici due dipendenti umani di un gigantesco centro di smistamento.
Una scena di Nova. Nel lungometraggio, uno scienziato cerca di trasformare gli esseri umani in creature digitali, coinvolgendo anche suo figlio nell’esperimento.
Un’immagine di Whose utopia (2006), un cortometraggio in cui attraverso il racconto degli operai di una fabbrica cinese, Cao Fei s’interroga su chi sono i veri beneficiari dei progressi economici raggiunti dalla Cina all’inizio del ventunesimo secolo.
Una scena dal film Nova.
Un’immagine tratta dal video Cosplayers (2004). I cosplayer sono giovani che si travestono da personaggi dei fumetti, del cinema o dei cartoni animati, e cercano di imitarne le mosse e il carattere. Nel film di Cao Fei i protagonisti attaversano la città indossando costumi che gli farebbero ottenere dei superpoteri per superare le paure degli esseri umani.
Da sapere
Il premio

◆ Cao Fei è un’artista multimediale nata a Guangzhou, in Cina. Vive a Pechino. Con la mostra Blueprints, esposta alla Serpentine gallery di Londra, ha vinto il premio della Deutsche Börse photography foundation 2021. Alcuni dei suoi lavori faranno parte della mostra Supernova, esposta al museo Maxxi di Roma dal 16 dicembre 2021 all’8 maggio 2022.


Questo articolo è uscito sul numero 1429 di Internazionale, a pagina 70. Compra questo numero | Abbonati