In Colombia le mestruazioni continuano a essere un incubo per centinaia di migliaia di donne. I dati dipingono un quadro terribile: circa 683mila colombiane non possono permettersi di comprare assorbenti o altri prodotti per l’igiene mestruale e 312mila non hanno accesso a un bagno sicuro, pulito e privato. Questo significa che le mestruazioni diventano motivo di stress, vergogna e isolamento. La disuguaglianza è un circolo vizioso: i prodotti per l’igiene mestruale sono costosi e, dal momento che le donne hanno meno potere d’acquisto, diventano un lusso a cui dover rinunciare. Questo costringe le donne ad allontanarsi dagli spazi pubblici, dalla scuola e dal lavoro quando hanno le mestruazioni, il che aggrava le disuguaglianze.

La Colombia sta fallendo sul piano dell’equità economica, ma anche su quello dell’istruzione. C’è una profonda ignoranza sulle mestruazioni, che alimenta il pregiudizio. Un quarto delle ragazze colombiane intervistate per un rapporto dell’Unicef ha ammesso di aver saltato la scuola a causa delle mestruazioni e il 45 per cento ha detto di non sapere da dove proviene il sanguinamento mestruale, confermando la scarsa conoscenza dei propri diritti sessuali e riproduttivi. L’inchiesta nazionale sulla demografia e la salute del 2015 ha rilevato che solo il 29,2 per cento delle donne sa che il periodo fertile si verifica tra due mestruazioni. La situazione è grave, e la pandemia non ha fatto che peggiorarla. Degli 1,2 milioni di posti di lavoro persi rispetto al luglio del 2019, un milione apparteneva a donne.

La questione è semplice: le mestruazioni sono una parte essenziale dell’esperienza di vita delle donne. È quindi un diritto di tutte accedere a condizioni igieniche ottimali. Una buona notizia in questo senso è il primo sussidio per le mestruazioni in Colombia, annunciato dalla Cassa di compensazione familiare del dipartimento di Antiochia. L’idea è offrire un buono per l’acquisto di prodotti per l’igiene mestruale e aiutare 2.700 ragazze tra i 12 e i 18 anni a conoscere meglio come funziona il ciclo mestruale. È una misura utile che dovrebbe essere presa a esempio. Le mestruazioni devono smettere di essere un incubo. ◆ ff

Questo articolo è uscito sul numero 1432 di Internazionale, a pagina 21. Compra questo numero | Abbonati