Il 20 ottobre Jens Weidmann, dal 2011 presidente della Bundesbank, la banca centrale tedesca, ha annunciato che alla fine del 2021 lascerà il suo incarico prima della scadenza naturale del mandato, nel 2027. Weidmann, scrive la Frankfurter Allgemeine Zeitung, ha spiegato che le sue dimissioni sono dovute a motivi personali.

Questo articolo è uscito sul numero 1432 di Internazionale, a pagina 109. Compra questo numero | Abbonati