“Il Regno Unito fa abbastanza per proteggere i suoi deputati, che spesso sono bersagli di odio e di minacce?”. Così l’Observer commenta la morte del parlamentare conservatore David Amess, ucciso a coltellate il 15 ottobre mentre partecipava a un’iniziativa politica nel suo collegio elettorale di Leigh-on-Sea. Amess è il secondo deputato a essere ucciso in cinque anni, dopo la laburista Jo Cox nel 2016. “Questa tragedia”, conclude il settimanale, “deve spingerci a moderare i toni tossici del dibattito politico”.

Questo articolo è uscito sul numero 1432 di Internazionale, a pagina 26. Compra questo numero | Abbonati