Il Primavera sound, dopo aver già aperto da qualche anno una succursale portoghese, nel 2022 approderà in quattro nuove città e altrettanti paesi: Los Angeles negli Stati Uniti (16 e 18 settembre), Santiago del Cile (7 e 13 novembre), Buenos Aires in Argentina (7 e 13 novembre) e São Paulo in Brasile (31 ottobre-6 novembre). Sul palco di Los Angeles, allestito per l’occasione allo State historic park, saliranno tra gli altri Arctic Monkeys, Lorde, Nine ­Inch Nails, James Blake, Mitski, Clairo, Darkside e Khruangbin. Non si conosce ancora invece il programma degli eventi in Cile, Argentina e Brasile. Il Primavera sound, che si tiene dal 2005 al Parc del Fòrum, alla periferia della città catalana, ha aggiunto altri nomi al festival di Barcellona, che si terrà per la prima volta nel corso di due fine settimana: quello del 2-4 giugno e del 9-11 giugno. Tra i nuovi annunci ci sono i Low e Grimes, che terrà un dj set. Questi artisti si affiancano a un cast composto da Gorillaz, Nick Cave & The Bad Seeds, Dua Lipa, Pavement, Beck, Tyler, The Creator, Run The Jewels, Little Simz, i soliti Shellac e altri. La maggior parte dei nomi risultavano già confermati dal 2020, visto che la manifestazione ha dovuto cancellare due edizioni di seguito a causa del covid-19. Contando gli eventi che si terranno anche durante la settimana in vari luoghi di Barcellona, il programma del 2022 prevede quindi undici giorni consecutivi di concerti.
Esteban Linés,
La Vanguardia

Primavera Sound, 2019  (Sergio Albert)

Questo articolo è uscito sul numero 1440 di Internazionale, a pagina 92. Compra questo numero | Abbonati