Non è solo il 45 giri a essere tornato di moda. Secondo una ricerca della Nielsen SoundScan dal 2020 al 2021 le vendite di cd sono passate da 40,16 milioni di copie a 40,59 milioni, facendo segnare un aumento annuale non altissimo (1,1 per cento) ma comunque interessante. È la prima volta negli ultimi diciassette anni che i compact disc invertono la tendenza. La crescita è dovuta soprattutto al successo dell’album 30 di Adele (898mila copie); di due dischi di Taylor Swift, Fearless (Taylor’s version) e Red (Taylor’s version) – i primi della serie di lavori registrati dalla cantante per rientare in possesso dei diritti del suo vecchio catalogo – che hanno venduto rispettivamente 263mila e 237mila copie; dell’esordio di Olivia Rodrigo, Sour, che ha raggiunto le 472mila copie. I cd non sono stati l’unico supporto musicale vecchio stile che ha guadagnato terreno nel 2021: il volume delle vendite di album in vinile è aumentato addirittura del 50,4 per cento. Sempre nel 2021, il 45 giri ha visto la sua più grande settimana di vendite dal 1991, quando dal 16 al 23 dicembre sono stati venduti 2,1 milioni di dischi. Nonostante questo, secondo i dati della Nielsen SoundScan lo streaming su piattaforme come Spotify e Apple Music domina ancora, con un aumento rispettivamente del 4,7 per cento e dell’1,6 per cento. “Lo streaming audio ha raggiunto il nuovo massimo con 988 miliardi di riproduzioni nel 2021”, si legge nella ricerca.

Weston Blasi, MarketWatch

L’album 30 di Adele (columbia)

Questo articolo è uscito sul numero 1443 di Internazionale, a pagina 86. Compra questo numero | Abbonati