La speranza
che arriva dal Cile

◆ Per Ece Temelkuran (Internazionale 1442) la vittoria della sinistra cilena è dovuta anche al fatto che “Boric e la sua coalizione hanno marciato con le donne. Chi cammina con le donne non resta mai a metà strada, in politica come nella vita”. Nel nostro paese chi marcia sinceramente al loro fianco? Più probabile che conquistino le prime pagine dei giornali per l’ennesimo femminicidio che per l’elezione della prima donna a presidente della repubblica.

Daniele Baldisserri

La trasformazione
della dieta vegana

◆ Da ormai quindici anni ho eliminato per diverse ragioni la carne, ma non ho mai adottato una dieta puramente vegetariana e tantomeno vegana. È stato illuminante leggere l’articolo di Helen Thomson sulla diffusione dei prodotti vegetali processati (Internazionale 1440). Ho osservato con più accuratezza gli ingredienti dei prodotti vegani industriali in commercio e ho trovato tanti aromi, zuccheri aggiunti e sale. Questo mi ha fatto pensare a un’altra copertina di Internazionale sui grandi mali dell’alimentazione industriale (Internazionale 1176, Cibo. L’invincibile industria americana). Deve far riflettere non poco l’allarme dell’autrice: oggi essere vegani non è di per sé una scelta così salutare.

Antonio Avalle

Noi

◆ Leggo sempre con interesse la rubrica di Giorgio Cappozzo. Sono rimasta un po’ stupita, però, leggendo il suo commento (Internazionale 1436) a proposito dell’uscita infelicissima di Alfonso Signorini sull’aborto durante una puntata del Grande fratello (“Noi siamo contrari ad ogni forma di aborto, compreso quello dei cani”). A me non ha colpito il “noi” utilizzato dal conduttore. Mi ha colpito l’aver giustificato quelle parole dal contenuto certo “odioso e reazionario” come “pur sempre un’opinione”. Vale la pena ricordare che il diritto all’aborto nel nostro paese è stato conquistato 43 anni fa da migliaia di donne che hanno lottato per ottenere una libertà di scelta vera sul proprio corpo e sulla propria salute. Un diritto per nulla acquisito, come osservato dallo stesso Cappozzo quando cita il triste dato del 70 per cento dei ginecologi obiettori, e quotidianamente minacciato a livello culturale e politico.
Giacinta Marseglia

Errata corrige

◆ Su Internazionale 1439 a pagina 51 il nome corretto dell’azienda farmaceutica Gsk è GlaxoSmithKline.

Errori da segnalare?

Questo articolo è uscito sul numero 1443 di Internazionale, a pagina 16. Compra questo numero | Abbonati