L’Internal revenue service (Irs), l’agenzia governativa degli Stati Uniti che si occupa della riscossione dei tributi, ha pubblicato sul suo sito un elenco dei beni soggetti a tassazione per aiutare la compilazione della denuncia dei redditi. La lista comprende la refurtiva, e spiega che i beni rubati “devono essere denunciati secondo il loro equo valore di mercato, a meno che non siano stati restituiti al loro legittimo proprietario nel corso dell’anno”. Sono soggetti al pagamento delle tasse anche le bustarelle o altri guadagni ottenuti attraverso la corruzione. Interrogato da un giornalista, un portavoce dell’Irs ha confermato la correttezza dell’elenco, rifiutandosi di fare altre dichiarazioni in proposito.

Questo articolo è uscito sul numero 1446 di Internazionale, a pagina 92. Compra questo numero | Abbonati