◆ “Avete rubato i miei sogni e la mia infanzia con le vostre parole vuote. Siamo all’inizio di un’estinzione di massa e le uniche cose a cui pensate sono i soldi e la crescita economica. Come osate?”, ha detto Greta Thunberg a un vertice delle Nazioni Unite a New York nel 2019. Da allora ragazzi e ragazze hanno continuato a seguire l’esempio dell’attivista svedese con scioperi, incontri e iniziative contro la crisi climatica.

Alcuni ricercatori hanno cercato di stimare gli effetti di questa mobilitazione giovanile. Lo studio, pubblicato sul Journal of Business Re­search, è nato in ambito commerciale, perché molte aziende sono interessate a capire il ruolo attuale e futuro dei consumatori più giovani. Alcune hanno già cominciato a modificare i loro prodotti per renderli più accettabili. Ma nello studio ci sono anche considerazioni più generali. Dato che i minorenni di oggi saranno gli adulti del futuro, che dovranno lottare per salvare il pianeta, è importante capire come sviluppano comportamenti sostenibili. Secondo i ricercatori, bambini e adolescenti sono influenzati dai valori trasmessi in famiglia. Se chi si prende cura di loro mostra attenzione per l’ambiente, sviluppano tendenze “verdi”. Ma a volte sono i più giovani a influenzare gli adulti, trasmettendo informazioni ricevute a scuola, dai mezzi d’informazione o dai coetanei. Anche stare a contatto con la natura aiuta i ragazzi a rispettarla. Secondo The Conversation, bisogna dare il via a un ciclo verde, che duri per tutta la vita.

Questo articolo è uscito sul numero 1462 di Internazionale, a pagina 112. Compra questo numero | Abbonati