Nella prima metà del 2022 il prezzo medio dei biglietti dei primi cento tour in Nordamerica è aumentato del 17,7 per cento rispetto al periodo precedente alla pandemia. Lo dimostrano alcuni dati diffusi dalla rivista di settore statunitense Poll­star. Secondo Poll­star il prezzo medio per un biglietto di un concerto nel primo trimestre del 2022 è di circa 108 dollari (circa 105 euro) rispetto ai 91 dollari (circa 88 euro) dello stesso periodo del 2019. Tuttavia il totale dei biglietti venduti all’interno del campione preso in esame è diminuito: da 16,8 milioni a 15,6 milioni. L’artista più di successo è stato il portoricano Bad Bunny, che ha venduto 663mila biglietti per il suo “El último tour del mundo”, che si è svolto da metà dicembre fino ai primi di aprile incassando circa 120 milioni di dollari (117 milioni di euro). Elton John e il suo tour “Farewell Yellow brick road” si sono classificati al secondo posto, incassando 70 milioni di dollari (68 milioni di euro). C’è stato quindi un ritorno graduale alla normalità, ma a livello internazionale va segnalato un dato meno positivo: nonostante un aumento medio dei biglietti del 14,2 per cento, le entrate fatte registrare dai primi cento concerti fuori dal Nordamerica sono diminuite del 2,2 per cento rispetto al 2019. Poll­star stima che nel primo semestre del 2022 nel mondo si siano incassati 3,5 miliardi di dollari, contro i 5,1 miliardi di dollari del primo semestre di tre anni fa.
Dylan Smith,
Digital Music News

Bad Bunny (j. Parra, Getty Images)

Questo articolo è uscito sul numero 1470 di Internazionale, a pagina 98. Compra questo numero | Abbonati