La serie presentata a Venezia, che vedremo a dicembre, segna il ritorno di Nicolas Winding Refn nella sua nativa Danimarca dopo quindici anni. In più tra i protagonisti c’è la figlia Lola Corfixen, mentre la moglie Liv Corfixen figura come produttore. Al centro di tutto c’è Miu (Angela Bundalovic), una ragazza in cerca di giustizia e vendetta nel mondo criminale di Copenaghen, che s’imbarcherà in un’avventura fantastica. Intorno a lei, evoluzione al femminile dei personaggi di Drive o Valhalla rising, Winding Refn costruirà la sua personale interpretazione dei film e delle serie sui supereroi. IndieWire

Questo articolo è uscito sul numero 1478 di Internazionale, a pagina 88. Compra questo numero | Abbonati