“Il 20 settembre il rapporto di una missione d’inchiesta indipendente delle Nazioni Unite ha rivelato che i servizi segreti venezuelani, che rispondono direttamente al governo del presidente Nicolás Maduro, hanno commesso crimini sistematici contro l’umanità, prendendo di mira l’opposizione”, scrive il sito Infobae. Secondo il rapporto, gli organismi d’intelligence civile e militare funzionano come una struttura ben coordinata per reprimere la dissidenza. Il rapporto documenta 122 casi di “torture, violenze sessuali e altri trattamenti crudeli, disumani o degradanti” e sottolinea la grave situazione nello stato di Bolívar, nelle zone di estrazione dell’oro.

Questo articolo è uscito sul numero 1479 di Internazionale, a pagina 28. Compra questo numero | Abbonati