31 dicembre 2014 08:17

Il governo di Israele si ritiene soddisfatto per il rigetto da parte del consiglio di sicurezza dell’Onu della risoluzione che chiedeva la fine dell’occupazione della Cisgiordania entro il 2017.

“Il fallimento della risoluzione dovrebbe insegnare ai palestinesi che le provocazioni e i tentativi di imporre misure unilaterali a Israele non li porteranno da nessuna parte”, ha dichiarato il ministro degli affari esteri Avigdor Lieberman.

La risoluzione è stata votata nella notte e ha ottenuto otto voti a favore, tra cui quelli di Francia, Cina e Russia, contro i nove su 15 necessari. Gli Stati Uniti e l’Australia hanno votato contro, il Regno Unito si è astenuto. Afp