16 marzo 2015 15:34

Tra il 1 e il 20 febbraio sono state 76mila le imprese che hanno fatto richiesta per la decontribuzione, ovvero lo sconto contributivo garantito dallo stato per l’assunzione a tempo indeterminato di una o più persone attraverso il nuovo contratto a tutele crescenti, previsto dalla legge di stabilità. L’annuncio è stato dato dal presidente dell’Inps Tito Boeri, che ha sottolineato che le richieste in realtà potrebbero essere di più, perché ciascuna potrebbe riguardare più lavoratori.

La legge di stabilità per il 2015 prevede per le imprese che assumono in modo stabile nel corso dell’anno di non pagare contributi previdenziali per tre anni fino a un massimo di 8.060 euro per ogni dipendente. La Stampa