19 giugno 2015 14:19

La governatrice del South Carolina Nikki Haley ha sostenuto che il responsabile della strage di Charleston merita di essere condannato a morte. In un’intervista al Today show della Nbc, Haley ha dichiarato che il suo stato è profondamente ferito dall’uccisione di “nove persone innocenti”, esprimendo l’auspicio che l’autore della sparatoria sia “condannato a morte”.

Haley ha poi aggiunto di preferire che Dylann Roof, 21 anni e sospettato del crimine motivato da odio razziale, sia processato sulla base delle leggi del South Carolina invece che in un processo federale. “Sappiamo che, ancora una volta, persone innocenti sono state uccise perché qualcuno che voleva fare del male non ha avuto difficoltà a mettere le mani su una pistola”, ha commentato il presidente statunitense Barack Obama. “A un certo punto, dovremo fare i conti con il fatto che questo tipo di violenza di massa non esiste in altri paesi avanzati”, ha aggiunto.

Il presidente, che conosceva personalmente una delle vittime, il reverendo e senatore Clementa Pinckney, ha sostenuto che questo genere di fatti debba riportare l’attenzione sulla necessità di prevenire la diffusione di armi. Gli Stati Uniti non hanno il monopolio sul razzismo, ma ciò che rende il razzismo letale nel paese è la facilità con cui le persone possono acquistare armi, scrive il Guardian.