19 giugno 2015 16:01

“Gli Stati Uniti non hanno il monopolio sul razzismo, ma ciò che rende il razzismo letale nel paese è la facilità con cui le persone possono acquistare armi”, scrive il Guardian. Di seguito una serie di infografiche che mostrano cosa pensano i cittadini statunitensi sulle leggi per il controllo delle armi, e la distribuzione geografica e demografica dei possessori di armi nel paese.

Nel 2014 meno della metà dei cittadini statunitensi, il 47 per cento, ha detto di preferire leggi più severe sulla vendita di armi. Nel 2012, l’anno della sparatoria alla scuola elementare Sandy Hook di Newtown, in Connecticut, chiedevano leggi più severe il 58 per cento degli statunitensi. Il dato è diminuito di 11 punti percentuali rispetto a due anni prima. Solo il 14 per cento dei cittadini statunitensi pensa che i controlli sulla vendita vadano ulteriormente ridotti.

Una ricerca condotta dal Pew research center mostra la distribuzione delle armi in possesso di cittadini per aree geografiche, e analizza le caratteristiche demografiche e l’orientamento politico dei possessori di armi. Gli statunitensi che maggiormente possiedono armi sono i bianchi degli stati del sud, che votano per il Partito repubblicano e che vivono in zone rurali. Ecco dei grafici che mostrano nel dettaglio chi sono i possessori di armi: