L’Italia che sarà

16 aprile 2016 15:40


Nicola Campiotti, regista trentenne romano, si è trovato in breve tempo con tre nuovi fratellini e meno amici, visto che molti di loro avevano scelto di emigrare in cerca di più opportunità. Si è chiesto così che paese avrebbero trovato quei bambini crescendo, come raccontargli l’Italia di oggi e magari immaginare con loro quella di domani.

Insieme a Elia, di dieci anni, si è messo in cammino cercando parole, luoghi e storie che spiegassero l’Italia al fratello e unendo diario di viaggio e immaginazione ha realizzato Sarà un paese. Il documentario, sostenuto dall’Unicef e da Libera, è appena uscito in dvd.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

La triste storia di una splendida collezione d’arte
Daniele Cassandro
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.