Due ruandesi a processo in Francia per il genocidio del 1994.

10 maggio 2016 11:58

Due ruandesi a processo in Francia per il genocidio del 1994. Si apre a Parigi il processo contro Octavien Ngenzi e Tito Barahira, accusati di crimini contro l’umanità e crimini di guerra per il massacro dei tutsi a Kibungo, nell’est del Ruanda. È il secondo processo in Francia contro persone accusate di aver preso parte al genocidio. All’epoca dei fatti la Francia sosteneva il governo hutu e i suoi soldati furono accusati di non aver fatto abbastanza per fermare il massacro.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

L’identità non esiste ma il potere la usa
Paul B. Preciado
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.