La strage di Nizza

Il 14 luglio 2016 intorno alle 22.30 un uomo alla guida di un camion ha travolto la folla che festeggiava l’anniversario della presa della Bastiglia sulla promenade des Anglais, a Nizza. I morti sono 84, i feriti più di un centinaio, di cui 48 in pericolo di vita. L’autore della strage è stato ucciso. Si chiamava Mohamed Lahouaiej-Bouhlel, aveva 31 anni e dai primi accertamenti non sembra fosse legato a gruppi terroristici. Il presidente François Hollande ha chiesto un’estensione di tre mesi dello stato d’emergenza.

Dopo la strage di Nizza il presidente Hollande prolunga fino a ottobre lo stato d’emergenza

15 luglio 2016 23:27

Dopo la strage di Nizza il presidente Hollande prolunga fino a ottobre lo stato d’emergenza. La sera del 14 luglio, intorno alle 22.30, un uomo alla guida di un camion ha travolto la folla che festeggiava l’anniversario della presa della Bastiglia. I morti sono almeno 84, più di cento i feriti, di cui 48 in condizioni gravi. L’autore della strage è stato ucciso. Si chiamava Mohamed Lahouaiej-Bouhlel, aveva 31 anni e dai primi accertamenti non sembra fosse legato a gruppi terroristici. François Hollande ha annunciato un rafforzamento delle operazioni militari in Iraq e in Siria. Tra le vittime della strage potrebbero esserci degli stranieri: la Farnesina ha reso noto il numero da chiamare per informazioni.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

E alla fine Idomeneo porta a casa la pelle
Daniele Cassandro
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.