Dal progetto Love me or kill me in mostra all’Obscura festival a Penang, in Malesia.

I festival di fotografia per l’estate: seconda parte 

Dal progetto Love me or kill me in mostra all’Obscura festival a Penang, in Malesia.
29 luglio 2015 11:54

AGOSTO

Obscura festival
Penang (Malesia)
Dal 14 al 21 agosto 2015
Un appuntamento che celebra la fotografia asiatica nel mondo. In occasione del festival ci sono mostre, incontri, workshop e letture portfolio. Tra gli autori esposti Sarker Protick con Love me or kill me, Giovanni Troilo con La ville noire, e Cristina De Middel con due esposizioni Polyspam e Jan Mayen.

Visa pour l’image
Perpignan (Francia)
Dal 29 agosto al 18 settembre 2015
Il festival internazionale di fotogiornalismo che espone le storie dei reporter che hanno seguito guerre, disastri ambientali, temi religiosi e sociali. Quest’anno in mostra, tra gli altri, Daniel Berehulak che ha documentato l’epidemia di ebola in Liberia, Lynsey Addario che ha raccontato le storie dei profughi siriani nel Medio Oriente e Goran Tomasevic sulle proteste in Burundi.

SETTEMBRE

Getxophoto
Getxo (Spagna)
Dal 3 settembre al 4 ottobre 2015
Un festival che sostiene la sperimentazione nelle immagini, nei formati e negli allestimenti. Ogni tre anni è affidato a un curatore diverso che sceglie insieme ad altri esperti l’insieme degli eventi tra cui visite guidate, workshop e incontri. Quest’anno è affidato a Chrstian Cajoulle. Tra gli autori esposti Paul Fusco, Ambroise Tézenas, Philong Sovan, Alejandro Cartagena e Clément Briend.

Visita guidata nella provincia cinese del Sichuan colpita da un terremoto nel 2008. Dal progetto Dark turism esposto al festival Getxophoto, in Spagna.

Unseen photo fair
Amsterdam (Paesi Bassi)
Dal 18 al 20 settembre 2015
Un festival internazionale dedicato ai talenti ancora sconosciuti e lavori mai pubblicati.

Les nuits photographiques
Parigi (Francia)
Dal 18 settembre al 15 dicembre 2015
Il festival è dedicato alla diffusione dei film fotografici e delle opere multimediali legate all’immagine. La quinta edizione presenta la mostra Money realizzata grazie alla partecipazione di vari artisti ai quali è stata consegnata una banconota da 20 euro e gli è stato chiesto di creare un loro valore aggiunto: simbolico o materiale.

Encontros da imagem
Braga (Portogallo)
Dal 25 settembre al 31 ottobre 2015
La nuova edizione del festival si basa sul motto Potere e illusione e si interroga sul modo in cui le immagini sono legate alla realtà: l’autenticità e l’illusione del mezzo fotografico.

Photoville
New York (Stati Uniti)
Dal 10 al 20 settembre 2015
Un festival all’aperto che dal 2012 si svolge nel Brooklyn bridge park, a New York. Quest’anno oltre sessanta esposizioni di fotografi internazionali.

Eloy, Arizona, Stati Uniti, 2015. Esposto al festival Portrait(s) di Vichy, in Francia.

Paraty em foco
Paraty (Brasile)
Dal 23 al 27 settembre 2015
Un evento che celebra la diversità e l’esuberanza della cultura brasiliana attraverso workshop, incontri ed esibizioni.

ANCORA IN CORSO

PhotoEspaña
Madrid (Spagna)
Dal 3 giugno al 30 agosto 2015
La diciottesima edizione del festival è dedicata alla fotografia latinoamericana e ospita i lavori di 395 autori che hanno lavorato in Messico, a Cuba e in Argentina. Tra loro, la fotografa Lola Álvarez Bravo, una delle madri e delle maestre della fotografia messicana; il fotografo cubano Alberto Korda, ossessionato dalla bellezza delle donne; e un’ampia retrospettiva sulla fotografa e attivista italiana Tina Modotti, con i suoi ritratti personali dell’architettura messicana e della società indigena.

Festival photo La Gacilly
La Gacilly (Francia)
Dal 5 giugno al 30 settembre 2015
Tra le mostre di questa edizione: Mario Giacomelli con il suo famoso lavoro sul paesino abruzzese di Scanno realizzato negli anni cinquanta; Paolo Pellegrin con i suoi reportage delle guerre in Pakistan, Afghanistan, Palestina e Iraq; e Robin Hammond con un lavoro sull’Africa subsahariana. Due ampie retrospettive sono dedicate a Vincent Munier e Sarah Moon.

Portrait(s)
Vichy (Francia)
Dal 12 giugno al 6 settembre 2015
Portrait(s) è l’unico evento in Francia dedicato esclusivamente al ritratto fotografico. Le mostre abbracciano diversi stili, dal classico ai linguaggi più sperimentali. Quest’anno il tedesco Martin Schoeller, famoso per i ritratti di celebrità, presenta un lavoro sui gemelli che esplora questioni legate all’identità individuale. Il francese Richard Pak è andato tra il pubblico dei concerti rock per cogliere tutte le emozioni che possono attraversare il volto di un fan. Alejandro Cartagena è in mostra con Car poolers, sul mondo dei pendolari messicani, invisibili e ignorati.

Les rencontres internationales de la photographie d’Arles
Arles (Francia)
Dal 6 luglio al 20 settembre
Dal 1970 è la prima edizione senza il suo fondatore Lucien Clergue, morto a novembre del 2014. Ospiterà due ampie mostre dedicate a due maestri della fotografia: Walker Evans e Stephen Shore. Del primo si potranno vedere le immagini pubblicate soprattutto sui giornali americani; mentre del secondo, uno degli autori più influenti degli ultimi trent’anni, lavori famosi come Uncommon places e American surfaces. Nella sezione dedicata alla musica sono esposte alcune delle copertine di vinili passate alla storia, mentre l’omaggio al cinema è affidato agli scatti di Paul Ronald sul set di 8 e 1/2 di Federico Fellini. Tra gli altri fotografi, Paolo Woods, Gabriele Galimberti, Alex Majoli e Paolo Pellegrin.

Cortona on the move
Cortona (Italia)
Dal 16 luglio al 27 settembre 2015
Dedicato alla fotografia di viaggio ospita quest’anno i lavori Maybe di Phillip Toledano, Japan di James Whitlow Delano, il controverso progetto La ville noire di Giovanni Troilo e una grande retrospettiva dedicata a Mario Giacomelli. Nella prima settimana del festival ci sono workshop, letture portfolio e incontri con professionisti del mondo della fotografia.

pubblicità

Articolo successivo

Le macerie di Praga