Sommario

622 (23/29 dicembre 2005)

Quando il mare arrivò

Jaloe era a bordo della sua barca, Faridah stava tornando a casa, alla dottoressa Sri avevano cambiato il turno. Il caso ha voluto che si salvassero dallo tsunami. Un anno dopo, ecco le loro storie

622 (23/29 dicembre 2005)

Grazie alla massoneria

In un’era in cui le salsicce sono diventate un cibo da gourmet, l’haggis merita un posto più illustre nei nostri canoni culinari. Leggi

Cultura

Cinema, libri, musica, tv

pubblicità

Opinioni

Le contro-strenne

Asia e Pacifico

I successi di Laporia

Scienza

La mente e la sabbia

I popoli del deserto hanno battuto quelli delle foreste. La loro cultura maschilista, violenta e monoteista è arrivata fino a noi

pubblicità

Viaggi

Il fascino dell’istmo

Diventerà il paradiso degli ecoturisti o il regno degli eccessi e dei consumi sfrenati? Paese di transito e di contrasti, Panama continua a vivere dei suoi paradossi

Americhe

Il sindaco di Montréal fa marcia indietro

Ritratto

Dr. Fresh. Il re del filo interdentale

Era partito dall’India con un sogno: rivoluzionare l’industria dell’igiene orale americana. Oggi è uno dei maggiori produttori di filo interdentale del mondo

Europa

Futuro incerto per l’ex Jugoslavia

Portfolio

Newsroom

Le foto di Sean Hemmerle

pubblicità

Opinioni

Con gli occhi aperti

Opinioni

Il tema dell’anno

Opinioni

Il numero: 250.000

Opinioni

Ballando sotto il Vesuvio

Opinioni

Detenzione

pubblicità

Comunisti

Sorpasso storico, la Cina vale più dell’Italia. Il prodotto interno lordo del 2004, corretto al rialzo del 16,8 per cento, porta Pechino al sesto posto nel mondo. In realtà potrebbe essere già al quarto, prima di Francia e Gran Bretagna. Ma la vera notizia è un’altra. Ed è la conferma che il paese più popoloso del mondo ha un sistema di analisi statistica quantomeno opaco. “È il più grave errore di contabilità della storia”, scrive il Times di Londra. Non solo gli statistici cinesi hanno lavorato con dati inesatti, continua il Times, ma si sono anche fatti imbrogliare da migliaia di imprenditori, che hanno fornito informazioni approssimative o false. Un po’ come quello che l’Economist rimprovera a Silvio Berlusconi: il fatto di essere un imprenditore che non rispetta le regole del gioco capitalista e liberista. È una critica dura, ma da destra: basta, per favore, con questa storia dei giornalisti stranieri che sono tutti comunisti. Leggi

In copertina

Quando il mare arrivò

Jaloe era a bordo della sua barca, Faridah stava tornando a casa, alla dottoressa Sri avevano cambiato il turno. Il caso ha voluto che si salvassero dallo tsunami. Ecco le loro storie

Visti dagli altri

Terremoto a palazzo

Dopo le dimissioni di Antonio Fazio, il corrispondente dell’Economist ricostruisce per Internazionale vizi e virtù della Banca d’Italia

Scienza e tecnologia

Il club del sesso estremo

Africa e Medio Oriente

Francia e Africa sull’orlo del divorzio

pubblicità

Società

Storie vere, cruciverba, cucina e altro

Russia

Pirati del caviale

La Russia ha imposto pesanti limiti alla pesca degli storioni nel mar Caspio. Ma il commercio delle preziose uova di questi pesci resta in mano ai bracconieri che controllano la zona

Israele

Rompiamo il silenzio

Sono soldati israeliani che hanno fatto il servizio militare nei Territori palestinesi. Hanno obbedito agli ordini, anche a quelli che non condividevano. Oggi hanno deciso di parlare

Economia e lavoro

Mondi finanziari sconosciuti

Opinioni

Sale la tensione

Inserto speciale

Addio, Dolce Vita

Il testo integrale dell’inchiesta dell’Economist sull’Italia

Opinioni

La parola: nonnità

Opinioni

Torturare cambia

Opinioni

Anno nuovo, vita nuova

Opinioni

Benzina alle stelle

Opinioni

La censura del Cremlino

Opinioni

I nuovi dannati della Terra

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.