Sommario

629 (17/23 febbraio 2006)

La frontera

Ogni anno 450mila messicani passano illegalmente la frontiera con gli Stati Uniti. La polizia ne ferma 130 ogni ora e centinaia muoiono nel deserto. C’è chi parla di un esodo di proporzioni bibliche. l’inchiesta di Proceso e dell’Arizona Republic

629 (17/23 febbraio 2006)

Opinioni

Quando leggere è un vizio

Hamas allo specchio

Ora il governo statunitense e quello israeliano devono accettare di trattare con il partito islamico. Leggi

pubblicità

Murphy

“C’era una volta un giornale che non commetteva errori. Sembra l’inizio di una favola, e lo è”. Comincia così il capitolo su errori, rettifiche e bufale nel Giornalista quasi perfetto di David Randall (Laterza 2004). Alcuni errori scovati da Randall sono notevoli. Vince la medaglia d’oro il titolo del Baltimore Evening Sun del 15 aprile 1912: “Tutti salvi i passeggeri del Titanic”. Il problema degli errori non è solo cercare di evitarli, ma soprattutto ammetterli e correggerli, anche per fare in modo che non si ripetano. Senza esagerare, però. Sempre Randall ricorda che all’inizio del 1991 l’Observer di Londra corresse la data della morte di Mozart pubblicata nell’edizione di… 199 anni prima. Tutto questo per dire che su Internazionale c’è una nuova rubrica, Le correzioni, a pagina 94. Ma non possiamo concludere senza un doveroso omaggio alla legge di Murphy che dice: “Un articolo che parla di refusi conterrrà refusi”. Leggi

Opinioni

Il numero: 85 per cento

Opinioni

La settimana di Romano Prodi

pubblicità

Swaziland

Il leone dello Swaziland

Lo accusano di essere assetato di potere, spendaccione e maniaco del sesso. Ma Mswati iii continua a regnare indisturbato sull’ultima monarchia assoluta dell’Africa

Americhe

Gli aerei colombiani irritano l’Ecuador

Europa

La nuova Polonia punta sulla tradizione

Opinioni

Mohammed chi?

Opinioni

Anoressiche in tv

pubblicità

Evviva la semplicità

Le mie frasi preferite sono quelle semplici e allo stesso tempo serie, in cui s’intravede un contesto. Leggi

Spagna

Le vittime invisibili

Dal 1968 a oggi l’Eta ha ucciso oltre ottocento persone. E mentre il governo cerca una soluzione pacifica al problema basco, i familiari delle vittime protestano perché si sentono abbandonati

Scienza e tecnologia

Una corsa contro il tempo

Opinioni

Il ritorno di Mozart

Opinioni

Efficienza irachena

pubblicità

Gran Bretagna

La scomparsa del porcospino

I ricci incarnano il lato più mite e riservato del carattere inglese. E sono un indice dello stato di salute delle campagne. Ma rischiano di estinguersi nell’indifferenza generale

Economia e lavoro

Affari istantanei

Giappone

Appuntamento a Jizo street

Vecchi playboy, vedove sole, indovini e venditori di sake. La piazza vicino al tempio di Koganji è il luogo di ritrovo di tanti anziani di Tokyo, che intrecciano amicizie e nuovi amori

Ritratto

Oprah Winfrey. La regina dei talk

È una donna nera, single e progressista. L’opposto del telespettatore americano medio. Ma cinquanta milioni di persone che seguono il suo show le danno un potere sociale senza pari

Opinioni

Il mondo è ancora grande

pubblicità

In copertina

La frontera

Ogni anno 450mila messicani passano illegalmente la frontiera con gli Stati Uniti. La polizia ne ferma 130 ogni ora e centinaia muoiono nel deserto. C’è chi parla di un esodo di proporzioni bibliche. l’inchiesta di Proceso e dell’Arizona Republic

Immagini

Un anno di foto

Le immagini che hanno vinto il World Press Photo

Opinioni

Sesso è libertà

Opinioni

La parola: complessività

Viaggi

La strada infinita

Dall’Alaska al Cile, la panamericana corre per oltre 25mila chilometri lungo la costa pacifica del continente americano. Un viaggiatore britannico è salito su un autobus a Managua e si è fermato in Costa Rica

Africa e Medio Oriente

I neri con la pelle bianca

Opinioni

La settimana di Silvio Berlusconi

La mia cultura italiana

Scopro che le lingue di gatto sono delicati biscotti al burro che si sciolgono in bocca. Leggi

Visti dagli altri

L’ultimo regalo di Agnelli

I giochi invernali segnano l’emancipazione di Torino dal dominio della Fiat. Paradossalmente, fu proprio l’Avvocato a volere le olimpiadi nella sua città. La ricostruzione di Le Monde

Opinioni

Fiaccole

Asia e Pacifico

I dissidenti cinesi come Gandhi

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.