Sommario

801 (26 giugno / 2 luglio 2009)

Il mondo ai tempi di Twitter

È solo l’ultima moda o cambierà le nostre vite? Un articolo di Steven Johnson. In regalo, la mappa di internet

801 (26 giugno / 2 luglio 2009)

Ambiente

Ecologico o quasi

Gli impianti solari danneggiano i deserti, le centrali eoliche devastano gli ecosistemi. Ogni tecnologia ha i suoi costi ambientali. E gli ambientalisti devono scegliere

Viaggi

Il risveglio lituano

Vilnius, capitale europea della cultura per il 2009, vista da un giornalista moldavo. La città baltica ha saputo sfruttare al meglio le opportunità offerte dall’Ue

pubblicità

Opinioni

L’imbarazzo degli arabi

Opinioni

Giornalisti coraggiosi

Americhe

L’occasione di Obama per la nuova sanità

pubblicità

Opinioni

I conti dei parlamentari

Opinioni

Valigie sotto controllo

Europa

Se il Caucaso russo precipita nel caos

Cambogia

Le ombre dei Khmer rossi

Un tribunale speciale deve giudicare i responsabili dei crimini commessi durante il regime di Pol Pot. Ma in Cambogia pochi sono informati sul processo. Il reportage di Ben Ehrenreich

Asia e Pacifico

Guerra di propaganda in Afghanistan

pubblicità

Opinioni

Pezzi di fuga

Attualità

L’Iran riscopre lo spirito del 1979

La rivolta di Teheran è un tentativo di far rivivere gli ideali di libertà che furono alla base della rivoluzione khomeinista. Ma l’occidente sembra non capirlo

Visti dagli altri

Perché Berlusconi è a prova di scandalo

Politica. Doveva dimettersi dopo la condanna di David Mills, ma non l’ha fatto. È difficile dire quale reato potrebbe costringere il Cavaliere a lasciare il suo incarico

In copertina

Il mondo ai tempi di Twitter

Per molti è solo l’ultima moda lanciata nel web. In realtà Twitter è uno strumento di comunicazione potente. E dimostra che gli Stati Uniti sono ancora in grado di innovare

Attualità

Mousavi spacca l’élite islamica

La battaglia del leader riformista con Ahmadinejad rivela uno scontro politico ai vertici del potere: tra la guida suprema Ali Khamenei e l’ayatollah Hashemi Rafsanjani

pubblicità

Venezuela

Funerale a Caracas

Nei quartieri poveri della capitale venezuelana si balla al ritmo di reggaeton e si fanno acrobazie in moto per dare l’ultimo saluto a un amico assassinato

Ritratti

Samiya Mumtaz. Una vita biologica

Ha cominciato a coltivare la terra perché voleva cambiare il mondo. Oggi dirige un’azienda agricola vicino a Lahore e vende prodotti bio in tutto il Pakistan

Economia e lavoro

Una scommessa rischiosa per Riga

Opinioni

Anormali di tutto il mondo

Opinioni

Le folle sfocate

pubblicità

Opinioni

0,4

Graphic journalism

Cartoline da Gerusalemme

Un fumetto di Guy Delisle

La ricca turista bianca

Da Jakarta. Leggi

Berger

Negli ultimi anni si è scatenata una guerra tra università e biblioteche americane e inglesi per mettere le mani sugli archivi degli scrittori famosi. Si favoleggia di somme da capogiro pagate per le carte di Salman Rushdie, Norman Mailer o Peter Handke. Non deve stupire, però, la decisione di John Berger di regalare il suo archivio di manoscritti, lettere, foto e disegni alla British library. È un gesto che gli somiglia. A 82 anni, Berger è più noto in Gran Bretagna che nel resto d’Europa. Scrittore, traduttore, saggista, commediografo, pittore, critico d’arte, impegnato politicamente, è una persona di grande generosità. Ma una condizione l’ha posta: che fosse la British library ad andare a prendersi le carte a casa sua. Solo che Berger vive in un villaggio sperduto e inaccessibile delle Alpi francesi. Così, qualche giorno fa, il direttore della sezione manoscritti di letteratura contemporanea ha cominciato un viaggio per l’Alta Savoia. E ha scritto il suo diario su twitter.com/britishlibrary Leggi

Attualità

Il giorno dopo a Teheran

A due settimane dal voto Mousavi è ancora alla guida delle proteste contro Ahmadinejad. Ma qual è il suo progetto politico? E riuscirà davvero a cambiare l’Iran? Le analisi della stampa internazionale

Opinioni

I miei libri in questura

In copertina

Come milioni di piccoli sos

I messaggi di Twitter hanno raccontato meglio dei mezzi d’informazione tradizionali le proteste di Teheran. Parla il più famoso blogger americano

Visti dagli altri

I problemi del premier con la stampa estera

Informazione. Al vertice del G8 Berlusconi vuole fare bella figura. Ma i suoi attacchi ai giornali stranieri non aiutano a migliorare l’immagine dell’Italia

Visti dagli altri

I tesori dell’Aquila

Società. La Francia parteciperà alla ricostruzione della chiesa di Santa Maria del suffragio, gravemente danneggiata dal terremoto di aprile. Il reportage di Libération

Opinioni

Linee intasate

Idee

La prima cacciata

Nel 1609 Filippo iii ordinò l’espulsione dei mori dalla Spagna. Fu il primo esempio europeo delle sanguinose pulizie etniche del novecento

Scienza e tecnologia

Un miliardo di persone affamate

Africa e Medio Oriente

Diritti del lavoro e sicurezza in Zambia

Blog

I giganti di internet sono a Tokyo

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.