Anatomia di una scena italia

Dario Albertini racconta una scena di Manuel

“Questa scena onirica ci serviva per entrare nella mente di Manuel, il diciottenne protagonista del film, e vedere cosa pensa”, spiega il regista. Leggi

Annarita Zambrano racconta una scena di Dopo la guerra

“In questa scena abbiamo girato solo con una piccola luce attaccata sopra la videocamera”, racconta la regista. “Volevo rendere l’oscurità nella quale Viola ricade per colpa dei problemi di suo padre”. Leggi

pubblicità
Luca Bellino e Silvia Luzi raccontano una scena di Il cratere

“Questa è la storia di un padre che cerca il riscatto da una vita di sacrifici e di sua figlia Sharon, che è l’arma di questo riscatto”, spiegano i registi. Leggi

Francesco Falaschi racconta una scena di Quanto basta

“Questa scena è un passaggio importante del film, racconta la crescita dell’amicizia tra i due protagonisti”, spiega il regista. Leggi

Alessandro Aronadio racconta una scena di Io c’è

“In questa scena il protagonista spiega a sua sorella che vuole trasformare un bed and breakfast in un luogo di culto”, dice il regista. Leggi

pubblicità
Adrian Sitaru racconta una scena di Illegittimo

“In questa scena stavo cercando di capire come rendere un film di finzione più realistico, più vicino a un documentario osservazionale”, dice il regista. Leggi

Federico Francioni racconta una scena di The first shot

“Il documentario prova a raccontare il senso di spaesamento della generazione cinese nata dopo Tiananmen”, dice il regista. Leggi

Marco Tullio Giordana racconta una scena di Nome di donna

“In questa scena accade qualcosa di straordinario che va oltre il testo scritto e oltre le mie istruzioni”, spiega il regista. Leggi

Laura Bispuri racconta una scena di Figlia mia

“In questa scena c’è un confronto tra due madri che si contendono l’amore di una figlia, come in un piccolo western”, spiega la regista. Leggi

Luca Miniero racconta una scena di Sono tornato

“In questo film abbiamo voluto far vedere come un dittatore trova prima il consenso e poi la dittatura”, spiega il regista. Leggi

pubblicità
Davide Ferrario racconta una scena di Cento anni

“Cento anni ci separano dalla sconfitta di Caporetto durante prima guerra mondiale”, racconta il regista del documentario su un secolo di storia italiana. Leggi

Francesca Archibugi racconta una scena di Gli sdraiati

Abbiamo raccontato una storia maschile, quella del rapporto tra padre e figlio, ma continuamente condizionata dalle donne”, spiega la regista. Leggi

Sydney Sibilia racconta una scena di Smetto quando voglio. Ad honorem

“In questa scena assistiamo al ritorno di Er Murena” racconta il regista della trilogia. “In questo momento Murena apprende che Pietro Zinni, la persona che lo ha fatto arrestare, è nel suo stesso carcere”. Leggi

Donato Carrisi racconta una scena di La ragazza nella nebbia

“Questa è una delle scene più complesse del film. È tutto cadenzato, tutto ha un ritmo ben preciso, questo è il segreto per costruire la suspense”, spiega il regista. Leggi

Cosimo Gomez racconta una scena di Brutti e cattivi

“In questa scena viene presentato il Papero, il mendicante senza gambe interpretato da Claudio Santamaria”, dice il regista. Leggi

pubblicità
Susanna Nicchiarelli racconta una scena di Nico, 1988

“In questa scena siamo in una scuola di Praga e Nico sta facendo un concerto illegale. La cantante è in crisi di astinenza da eroina”, dice la regista. Leggi

Marco Manetti racconta una scena di Ammore e malavita

“In questa scena i due protagonisti si incontrano per la prima volta e viene raccontato un episodio passato in forma musicale”, dice il regista. Leggi

Gigi Roccati racconta una scena di Babylon sisters

“Il film racconta la storia di un gruppo di donne immigrate e della nascita di un’amicizia tra un vecchio professore e una bambina indiana”, spiega il regista. Leggi

I registi raccontano una scena di Il contagio

“Questa scena è un omaggio al libro di Walter Siti da cui è tratto il film”, spiegano i registi di Il contagio. Leggi

Leonardo Di Costanzo racconta una scena di L’intrusa

“L’armonia del centro per l’infanzia sarà messa in discussione dall’arrivo di una donna, che è appunto l’intrusa, la moglie di un camorrista”, spiega il regista. Leggi

pubblicità