Il migrante somalo diventato mediatore culturale in Italia

14 marzo 2017 10:35

“Per un’integrazione corretta dei nuovi cittadini bisogna preparare il territorio.
Per questo racconto la mia storia nelle scuole”, spiega Abdullahi Ahmed, rifugiato politico arrivato a Lampedusa dalla Somalia nel 2008. Trasferitosi a Settimo Torinese, ha cominciato a lavorare come mediatore culturale e ha raccontato il suo viaggio a più di 1omila studenti. Nel 2014 ha ricevuto la cittadinanza onoraria dal comune di Settimo Torinese e da marzo 2016 è cittadino italiano.

Passaggi. Quando gli stranieri fanno integrazione è una serie di sei reportage sugli stranieri che lavorano nel campo dell’educazione e dell’integrazione dei migranti appena arrivati in Italia. È stata realizzata da Simona Carnino e Carolina Lucchesini con il finanziamento della regione Piemonte, in collaborazione con il Coordinamento comuni per la pace della provincia di Torino e la cooperativa Cisv solidarietà.

pubblicità

Articolo successivo

Alla scoperta del fado angolano
Alberto Notarbartolo