VIDEO
In Piemonte l’accoglienza dei migranti passa dall’agricoltura

In Piemonte l’accoglienza dei migranti passa dall’agricoltura

28 marzo 2017 10:31

“Prendiamo in tirocinio i ragazzi che sono appena arrivati in Italia e gli insegniamo a coltivare e vendemmiare. Sono venuti qui per cambiare la loro vita”, dice Mamadou Ndiaye, rifugiato politico nato in Senegal e vicepresidente della cooperativa agricola Maramao.

Ndiaye è arrivato in Italia nel 2013. Dopo aver vissuto in un centro di accoglienza del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (Sprar) ad Alessandria, ha cominciato un’attività imprenditoriale con Abdulwahab Afa Saleh, anche lui rifugiato politico, nato in Eritrea. La cooperativa Maramao, che si trova a Cannelli in provincia di Asti, offre tirocini lavorativi ai nuovi migranti che grazie a questa possibilità possono imparare un mestiere.

Passaggi. Quando gli stranieri fanno integrazione è una serie di sei reportage sugli stranieri che lavorano nel campo dell’educazione e dell’integrazione dei migranti appena arrivati in Italia. È stata realizzata da Simona Carnino e Carolina Lucchesini con il finanziamento della regione Piemonte, in collaborazione con il Coordinamento comuni per la pace della provincia di Torino e la cooperativa Cisv solidarietà.

pubblicità