La spiaggia di Travemuende sul mar Baltico, Germania, 24 luglio 2018. (Fabian Bimmer, Reuters/Contrasto)

Le notizie di scienza della settimana

La spiaggia di Travemuende sul mar Baltico, Germania, 24 luglio 2018. (Fabian Bimmer, Reuters/Contrasto)
10 febbraio 2019 10:04
  • Il fossile di un rettile vissuto 240 milioni di anni fa mostra che l’animale aveva un osteosarcoma, un tipo di cancro delle ossa. Lo studio del cancro negli animali estinti può aiutare a capire il legame tra la malattia e le condizioni ambientali e genetiche.
  • I corvi della Nuova Caledonia possono pianificare fino a tre comportamenti per raggiungere uno scopo.
  • Il World Magnetic Model, cioè la mappa magnetica del pianeta, è stato aggiornato per tenere conto dello spostamento del polo nord dall’Artico canadese verso la Siberia.
  • Su 445 studi cinesi di trapianto di organo 412, oltre il 90 per cento, non specificavano se gli organi erano stati prelevati da persone uccise in seguito a una condanna a morte.
  • Secondo la Nasa, il 2018 è stato il quarto anno più caldo del pianeta dal 1880. Le temperature medie globali sono state di 0,83 gradi più alte rispetto al periodo dal 1951 al 1980. Il 2016, 2017 e 2015 sono stati anni più caldi.
  • In Europa nel 2018 è stato registrato il record dei casi di morbillo. Anche i livelli di vaccinazione sono aumentati, ma alcuni gruppi di persone rimangono esclusi.
  • Il cervello femminile potrebbe invecchiare più lentamente di uno maschile, a parità di età anagrafica.
  • Il mancato calo della fecondità in alcuni paesi dell’Africa subsahariana potrebbe essere parzialmente dovuto alla riduzione delle opportunità educative per le bambine.
  • Potrebbe esistere un legame tra flora batterica dell’intestino e salute mentale.
  • Il cambiamento climatico potrebbe rendere i cicloni del Mediterraneo meno frequenti ma più distruttivi, con pioggia e venti più forti.
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

La triste storia di una splendida collezione d’arte
Daniele Cassandro
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.