05 settembre 2014 13:16

Un gruppo di indigeni brasiliani ka’apor ha deciso di intervenire per fermare il taglio abusivo di alberi nella foresta amazzonica di Alto Turiaçu.

Accusando lo stato di non fare niente per difendere l’Amazzonia e i suoi abitanti, gli indigeni hanno localizzato i campi dei tagliaboschi abusivi, hanno incendiato tende, sequestrato motoseghe e veicoli e hanno cacciato gli occupanti. Il fotografo della Reuters Lunae Parracho ha seguito e fotografato una delle loro spedizioni.