L’inquinamento atmosferico potrebbe essere collegato a sei milioni di nascite premature nel mondo. Il fenomeno dipende in buona parte dalla scarsa qualità dell’aria all’interno delle abitazioni, dovuta ai combustibili inquinanti usati per cucinare. La maggior parte delle nascite premature potrebbe essere prevenuta migliorando la qualità dell’aria nel sudest asiatico e in Africa subsahariana. Tuttavia, scrive Plos Medicine, bisogna introdurre dei correttivi anche nei paesi ricchi.

Questo articolo è uscito sul numero 1429 di Internazionale, a pagina 102. Compra questo numero | Abbonati