Brasília, 2 ottobre 2021 (Ueslei Marcelino, Reuters/contrasto)

“Il 2 ottobre migliaia di brasiliani hanno manifestato in tutto il paese in difesa della democrazia e a favore della messa in stato d’accusa del presidente Jair Bolsonaro”, scrive Bbc mundo. Tra gli slogan delle manifestazioni, molti criticavano la gestione della pandemia di ­covid-19 e l’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari, del gas e della benzina. Alla protesta, organizzata a un anno esatto dalle elezioni presidenziali che si terranno nel 2022, hanno partecipato vari politici dei partiti di centrosinistra.

Questo articolo è uscito sul numero 1430 di Internazionale, a pagina 33. Compra questo numero | Abbonati